Automobilisti allacciate le cinture, nuove telecamere a Tenerife!

Questa volta le telecamere installate sulla TF1 e TF5 non serviranno per monitorare la velocità degli automezzi in circolazione, ma saranno un vero e proprio occhio attento sull’automobilista.

Con un totale di 225 telecamere infatti, delle quali il 60% posizionato su strade convenzionali, la DGT, Dirección General de Trafico, intende verificare se gli automobilisti di tutte le comunità spagnole indossino la cintura di sicurezza.

In questa prima fase, le immagini di coloro che violano l’obbligo delle cinture non comporteranno alcuna sanzione bensì l’invio ai diretti interessati di una newsletter per incentivare l’uso del prezioso dispositivo di sicurezza che, secondo le stime, riduce del 60% la possibilità di morire in caso di incidente stradale.

La comunicazione, a firma del DGT Gregorio Serrano, riporterà la data, l’ora e il luogo in cui è stata scattata la foto dell’automobilista privo di cinture, e ricorderà che ogni anno muoiono circa 180 persone a causa del mancato uso del dispositivo.

L’automobilista inosservante riceverà il link al sito della DGT dove poter consultare l’ubicazione di tutte le telecamere.

Obiettivo della DGT è di monitorare non solo colui che guida, bensì tutti gli occupanti del veicolo.


La soluzione di adottare telecamere di sorveglianza, oltre che a integrarsi con il lavoro svolto dalle pattuglie su strada, nasce come ferma volontà di azzerare il numero delle persone che hanno perso la vita per non aver indossato le cinture.

Solo nel 2015 si sono registrate 159 vittime e rispetto invece ai feriti ospedalizzati, il 10% di essi, che al momento dell’incidente non indossava le cinture, si trovava in strade extraurbane, mentre il 14% su strade urbane.

Il richiamo alla riflessione e alla responsabilità è d’obbligo, afferma Serrano, che precisa che dopo questa prima fase di semplice informazione, seguirà quella sanzionatoria con multe di 200 euro e la detrazione di tre punti dalla patente.

Le telecamere presenti a Tenerife con questo preciso scopo sono due, una sulla TF1 al km 3,54 e una sulla TF5 al km 3,50.

L’obiettivo principale, ricorda Serrano, non è punire, semmai salvare vite.

di Ugo Marchiotto