Residenti del Ten-Bel, sempre più nei guai!

Per i 7.000 residenti del Ten-Bel, quattro giorni senza acqua.

Questa urbanizzazione costruita negli anni ’60 e ’70 del secolo scorso, inizialmente per un utilizzo turistico, non è stata allacciata per la fornitura dell’acqua da parte dell’Ayuntamiento di Arona a causa delle numerose deficienze che presenta, per cui la somministrazione dell’acqua dipende da una ditta privata contrattata dagli stessi proprietari e non può essere collegata alla rete pubblica.

Anche se formalmente si tratta di un problema privato, l’Ayuntamiento di Arona si è già riunito con i rappresentanti della comunità per trovare una soluzione che sia “dentro i confini della legalità”.

L’assessore ai Servizi di Arona, José Luis Gómez, e i rappresentanti della ditta Canaragua, incaricata del servizio municipale delle acque, hanno offerto la loro piena collaborazione per cercare di risolvere un problema che si rivela già molto complesso, pur tenendo a puntualizzare che la cosa non è di loro competenza.

Le fonti dell’amministrazione locale ricordano che non si può allacciare il Ten-Bel perché mancano molte infrastrutture indispensabili. L’urbanizzazione non è completata e quindi non si può collegare ai servizi pubblici. Un buon esempio delle carenze che esistono è che la maggior parte degli appartamenti manca di un contatore dell’acqua, quindi la maggioranza delle comunità ha solo un contatore generale per tutti gli appartamenti. In questa maniera è impossibile far pagare l’acqua consumata e non ci si può collegare alla rete pubblica perché si commetterebbe un reato.

Nei prossimi giorni sono in programma riunioni fra le varie comunità di proprietari e l’Ayuntamiento di Arona per cercare di trovare soluzioni nel prossimo futuro.


(NdR Povero Ten-bel (Tenerife-Bélgica), iniziato a costruire nel 1963 dall’imprenditore belga Michel Albert Huygens, ce lo ricordiamo dagli anni ’80, tutta un’altra cosa. Purtroppo, finiti i guadagni derivanti dall’edificazione e dalla successiva vendita, spesso e volentieri la cosa passa poi in altre mani, e spesso si scivola nel dramma per gli infelici proprietari e anche residenti del Ten-Bel. Ne abbiamo parlato qui https://leggograncanaria.com/12377/scandalo-al-tenbel-lettera-al-direttore/  e anche qui https://leggograncanaria.com/15343/povero-ten-bel/ )