La comunità autonoma delle Isole Canarie è risultata la regione spagnola che ha accumulato una significativa perdita di licenze di golf nel corso del 2016, vale a dire un decremento pari al 2,9%.

E se durante il 2015 tutte le comunità autonome hanno registrato dei cali in termini di licenze, recuperati poi nel 2016, per le isole Canarie la chiusura è ancora in negativo.

La comunità che ha aggiunto più licenze nel 2016 è stata Murcia, con un totale di 5.437 licenze di golf pari a un aumento dell’1,2% rispetto al 2016, seguita dalle Baleari che, con 6.865 licenze, ha registrato un aumento dello 0,1%.

Extremadura segue con analogo incremento e un totale di licenze pari a 2.348.

I dati, forniti dalla Real Federación Española de Golf, attestano per le regioni di cui sopra un leggero aumento, evento che si distacca dal trend di perdita che interessa in particolare modo Cantabria, Ceuta, País Vasco, Canarias, Castilla Y León, Asturias, Cataluña, La Rioja, Castilla y La Mancha e Melilla che si posizionano sotto alla media nazionale insieme a Navarra, Andalusia, Madrid e Galicia.

Perdite irrisorie che vengono considerate invece come equilibrio rispetto al disastroso anno del 2015, si sono verificate per Valencia e Baleari, rispettivamente con diminuzioni di licenze di golf pari a 1 e 4 in meno.


di Michele Vieri