Da fine maggio il Colorado diventa il primo Stato degli U.S.A. a regolamentare la vendita, la produzione e la tassazione della marjiuana a scopo ricreativo.

La nuova legislazione firmata dal Governatore contempla come si debba comportarsi per la coltivazione e il confezionamento, il limite all’acquisto per i turisti di altri Stati, e un nuovo limite stabilito per chi guida, alla stessa maniera dei limiti alcolemici.

I cittadini del Colorado hanno votato lo scorso anno a favore per un emendamento alla Costituzione dello Stato per legalizzare l’uso ludico della marjiuana.

Lo Stato permette agli adulti maggiori di 21 anni il possesso di un’oncia di questa droga (28 grammi circa), e di poterla comprare nei negozi autorizzati, che si prevede aprano con l’inizio del prossimo anno.

I turisti maggiori di 21 anni non potranno comprare più di un quarto di oncia (7 grammi) in un unico acquisto, anche se poi potranno anch’essi detenere legalmente un’intera oncia.

La legge specifica anche che i negozi che la commercializzeranno non potranno tenere la marjiuana esposta al pubblico, ma dietro i banchi.


Se verrà accettato dagli elettori, in una votazione prevista nel prossimo autunno, la marjiuana avrà una tassazione speciale del 15%, il cui ricavato sarà destinato alla costruzione di scuole, oppure un 10 % che sarà aggiunto a imposte statali e locali per le vendite.

In questo caso, il ricavato verrà investito nella regolamentazione della marjiuana e in nuovi sforzi educativi per convincere i giovani a non consumarla!

Anche lo stato di Washington sta per approvare una legislazione analoga.