La fauna endemica dell’Arcipelago può offrire alla scienza una strada per procedere nel trattamento delle lesioni cerebrali, dopo che si è scoperto che uno dei simboli delle Canarie, la lucertola “gigante”, è in grado di rigenerare i suoi nervi ottici danneggiati.

Le Università di Las Palmas di Gran Canaria e La Laguna (Tenerife), studiando esemplari catturati a Tenerife con il permesso delle Autorità ambientali, hanno pubblicato sulla rivista inglese “Journal of anatomy” uno studio congiunto sulle capacità di rigenerazione nervosa che hanno scoperto nel lagarto canario (“Gallotia galloti”), e che fino ad ora si erano osservate solo in due rettili australiani.

Si può ipotizzare che Australia e l’Arcipelago Canario, essendo aree separate dai continenti, possano quindi conservare specie diverse e quindi “speciali”. Sono forse da considerarsi laboratori viventi di specie arcaiche.

Una delle responsabili della ricerca ha spiegato che la Lucertola di Tenerife torna a vedere anche in presenza di un problema che dovrebbe impedirlo, e capirne il motivo potrebbe portare a risolvere un problema analogo anche nell’uomo.

E’ spiacevole sentire che la ricerca forse sarà interrotta a causa della mancanza di finanziamenti, dovuti alle restrizioni di fondi a seguito della crisi economica.