Diario di un difensore dell’ordine settembre 2017

Questo mese cercherò di esporre nella forma più chiara possibile alcuni dati rilasciati dalla Polizia Nazionale in riferimento all’indice di criminalità nelle isole relativo al primo semestre del 2017.

L’unico dato positivo sembra essere il decremento dei furti con violenza e quelli nelle case intorno al 3%, mentre tutti gli altri delitti sono cresciuti notevolmente rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Tra i delitti considerati minori ci sono stati un 13% in più di furti di veicoli ed un incremento del 10% del traffico di sostanze stupefacenti.

Gli omicidi hanno avuto una crescita del 15% a cui si deve aggiungere un ulteriore 3% di crescita se consideriamo i tentativi di omicidio che non hanno causato la morte della vittima.

Anche le risse di gruppo hanno visto una crescita allarmante superiore al 6,5%, mentre le aggressioni di carattere sessuale hanno registrato un aumento del 28% e sull’isola di Tenerife significa una crescita di un 150%.

Sempre secondo i dati rilasciati dalle forze dell’ordine in ambito sessuale i delitti collegati alla omofobia sono cresciuti di un 32%.


Il delitto che ha registrato la crescita più alta è stato il sequestro di persona con un 300%.

Questi dati dovrebbero far suonare i campanelli di allarme e i cittadini dovrebbero proteggersi utilizzando le soluzioni tipiche delle zone d’Europa con tassi di criminalità simili, come in Italia.

Nonostante i turisti siano in vacanza non vuol dire che debbano abbassare la guardia e farsi cogliere impreparati, quindi è meglio chiudere sempre le finestre degli alberghi, affittare le casseforti e conservarvi gli oggetti di valore. Le ragazze è sempre meglio che non vadano in giro da sole la notte e debbono fare particolare attenzione nelle zone dei locali notturni e strade poco illuminate.

Come sempre esponendo questi dati non voglio infondere una non necessaria sensazione di paura, ma semplicemente avvisare i lettori dell’attuale situazione sulle isole e consigliare di utilizzare le precauzioni basiche del buon padre di famiglia.