Foto da www.matanceros.com

I primi passi di El Montillo, 57.000 mq di parco donati nel 2009 dal Gobierno di Ignacio Rodríguez a La Matanza de Acentejo, sono già una realtà che sorge in una posizione strategica nel cuore della cittadina, di cui turisti e cittadini possono già ampiamente beneficiare.

Ma quello di El Montillo non è che la prima fase di uno dei progetti più ambiziosi del gobierno guidato da Rodríguez oltre che uno dei più attesi dai residenti della zona.

Il parco include al momento un Centro de Interpretación e una caffetteria dotata di servizi igienici, in entrambi i casi l’uso della pietra è stato predominante per integrare gli edifici perfettamente nel paesaggio circostante ma questa cura si trova anche in una serie di sentieri, terrazze con specie endemiche, una parete di arrampicata, una cascata con lago navigabile, un anfiteatro, un grande parco giochi, un parco per percorsi bio salutari e riabilitativi, una zona di tirolinas e un circuito per competizioni canine, tutti facenti parte del grande progetto dedicato a El Montillo.

Per vedere tutte le opere realizzate e poterne quindi godere, occorrerà attendere questo autunno, quando cioè, salvo colpi di scena dell’ultimo momento, verrà posizionata l’illuminazione esterna, rigorosamente a LED e funzionante con pannelli solari, verrà individuato il gestore della caffetteria e verrà assunto tutto il personale necessario.

Obiettivo comune sarà in primo luogo quello di migliorare la vita degli abitanti con un grande polmone verde dove trovare una ampia gamma di attività da svolgere in un ambiente sano, valorizzando secondariamente l’area dove sorge un complesso che bene si armonizza con la natura.

Per ottenere tutto questo l’impegno del Gobierno è stato fondamentale, espresso in un’accanita difesa del territorio e un significativo lavoro di pianificazione territoriale che, alla luce di quanto raggiunto, preserverà nel futuro dalla speculazione gli oltre 57.000 metri quadrati di El Montillo.


Inoltre questa struttura non è stata concepita come un’azione isolata, bensì come una realtà integrata in una delle più grandi assi di sviluppo della città, vicino al complesso sportivo comunale e all’Auditorium.

Una volta conclusa la prima fase, gli sforzi si concentreranno in una zona rurale concepita come area di transizione ad uso sportivo e a luogo dove dare risalto alle tradizioni agricole di La Matanza.

Troverà infine spazio un’ampia estensione forestale caratterizzata dal monte delle eriche, un esempio quasi unico in tutto l’ambito urbano del Nord dell’isola e dove verranno eseguite opere di pulizia, di recupero della vegetazione e di ripristino dei percorsi interni di uso tradizionale.

Le specie incluse, oltre a quello dell’erica, saranno quelle del mirto, mandorlo, susino, pero, pesco, palma e dracena.

L’attenzione per l’ambiente sarà sottolineata, oltre che dalla presenza dei pannelli solari, da punti di ricarica per vetture elettriche, di cui una acquistata dal Comune e messa a disposizione di El Montillo.

Per questo ambizioso ma virtuoso progetto, El Montillo ha ricevuto un premio per la sostenibilità dall’organizzazione dei professionisti del turismo Skål Internacional España, la unica organizzazione promotrice di turismo globale che unisce tutti i settori del viaggio e del turismo e che vanta 15.000 membri suddivisi in 400 club dislocati in 47 paesi.

di Mery Coverano