Il litorale del Medano è stato oggetto di una campagna di protezione dell’Assessorato al Medio Ambiente di Granadilla de Abona assieme al SEO/Bird LIFE (Società Spagnola di Ornitologia esistente dal 1954).

Questa campagna vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tutela dei valori naturali di questo spazio unico, zona dichiarata come Area Importante per gli Uccelli (IBA) e in parte protetta dalla Rete Natura 2000 e la Rete degli Spazi Naturali delle Canarie.

L’assessore all’Ambiente, Jacob Dona, ha spiegato che per questa campagna sono stati redatti volantini in tre lingue, con informazioni sugli uccelli più caratteristici della costa di El Medano, sui luoghi dove di solito si incontrano e sui periodi di migrazione, ed anche una mappa dei posti migliori per l’osservazione, tutto questo al fine di sensibilizzare i residenti e i turisti.

E’ stato anche collocato un pannello didattico, che si trova nella zona di El Cabezo, con informazioni generali e con illustrazioni delle specie più rappresentative della zona, che permetterà agli utenti interessati di identificare e riconoscere gli uccelli osservati in loco.

Sono state classificate e quindi identificate più di un centinaio di specie di uccelli migratori e alcuni di essi stanziali che sono in grave pericolo di estinzione.

Tra le diverse varietà di specie che possono essere osservate sulla costa ci sono la Garzetta comune, il Charadrius hiaticula (Corriere piccolo), il Fratino, la Pittima minore, il Chiurlo piccolo, la Pivieressa, il Gabbiano reale, il Piro piro piccolo, il Beccapesci e la Berta.


Anche all’interno della costa, tra le ginestre e gli arbusti spinosi, è possibile scoprire uccelli nativi degli ambienti più asciutti del sud dell’isola, come il Gheppio, l’Upupa, la Pispola, la Tortora, l’Averla cenerina, il Passero Morujo, la Cutrettola, il Merlo e la Tortora dal collare.

Si noti che fra tutti questi uccelli è menzionato come specie in pericolo solo il Fratino, la cui stagione riproduttiva coincide con il periodo di Pasqua, dove l’elevato numero di turisti causa disagio per la deposizione delle uova e per i neonati.