L’associazione Ben Magec-Ecologistas en Acción avverte che i tecnici ambientali stanno valutando di includere nel catalogo delle specie da proteggere solo quelle che si potrebbero efficacemente aiutare con le risorse effettivamente esistenti. Il criterio economico viene quindi purtroppo anteposto a quello della conservazione del patrimonio naturale. Arriveremo a proteggere solo le specie che potremo permetterci, invece di quelle che vogliamo proteggere, perché la crisi economica ha ridotto a livelli ridicoli i finanziamenti indirizzati alla protezione della natura.

In particolare si sono quasi annullate le risorse per l’eliminazione delle specie alloctone e i lavori in quella direzione vengono fatti solo grazie al volontariato. Le specie invasive stanno prendendo sempre più piede e iniziano a raggiungere zone che sarebbero poi virtualmente inaccessibili per il lavoro di eradicazione.