L’attuale lungomare di Punta Blanca, a Guía de Isora, non ha già nulla a che vedere con la vecchia strada sterrata e piena di pendenze di qualche tempo fa e il tratto tra Varadero e Alcalá, prima assolutamente impraticabile, è oggi un piacevole percorso immerso nella natura dove residenti, turisti e ciclisti possono attardarsi senza pericolo.

Grazie all’Ayuntamiento che è intervenuto con un budget di 400.000 euro in opere di pulizia, livellamento del terreno ove più ripido e ripavimentazione con asfalti consoni all’ambiente, il lungomare di Punta Blanca oggi beneficia del completamento delle prime due fasi del progetto di rivalutazione che lo riguarda.

La terza fase comprenderà la pulizia delle spiagge, il ripristino delle aree degradate, la creazione di punti di vista realizzati in legno, l’installazione di ringhiere, panchine e cestini.

Il sindaco di Guía de Isora Pedro Martín ha sottolineato che era intenzione del Cabildo di collegare il lungomare di Punta Blanca con La Jaquita, operazione non eseguibile fino a che la zona è di dominio di Costas, e la cui realizzazione richiederebbe una specifica autorizzazione statale, la presentazione di più progetti ed effettuare eventualmente degli espropri, il tutto in un iter molto complesso e lungo.

La scelta è caduta quindi sul ripristino di quanto possibile affinché fosse da subito utilizzabile dalla cittadinanza e di procedere con il resto una volta ottenute le autorizzazioni.

Recuperare per un utilizzo pubblico luoghi prima ad esclusiva di pochi, è stata una linea fondamentale perseguita dall’amministrazione che desidera, con il progetto del lungomare di Punta Blanca, espandere ulteriormente la passeggiata in un prossimo futuro, dotandola di piste ciclabili, gazebo informativi e parchi gioco per i bambini.


Aurelio Abreu, vice presidente del Cabildo, precisa che l’Ayuntamiento ha contribuito ai lavori con l’80% del finanziamento necessario e che, dopo la fine delle prime due fasi, le condizioni di transito sono migliorate sia in termini di sicurezza che di collegamenti con il tratto costiero.

E soprattutto a beneficio di tutti.