I prezzi dell’immobiliare nelle Canarie hanno visto il loro picco nel 2007, per poi crollare fra il 20% e il 50% negli anni successivi, toccando il fondo nel 2010.

Hanno continuato a galleggiare in brutte acque per alcuni anni, non da ultimo perché le banche sono state chiamate a sbarazzarsi delle proprietà che avevano accumulato con l’ondata di pignoramenti immobiliari, e lo stavano facendo a prezzi di svendita, ma anche a causa della crisi economica che aveva colpito l’intera Spagna.

Dal 2014, tutte le indicazioni dicevano che il mercato della proprietà immobiliare aveva toccato il fondo del pozzo, l’unica domanda era quanto sarebbe durato, e quanto tempo ci sarebbe voluto per rivedere “le stelle”.

E adesso sembra proprio che il recupero sia alla fine arrivato, con gli ultimi dati forniti dall’Istituto nazionale di statistica in merito all’Indice dei Prezzi delle Proprietà che mostra i prezzi del 2017 in salita del 3%, e conferma nel contempo un’analoga salita del 3% anche nello scorso anno.

E probabilmente nel 2018 ci sarà un’altra notevole crescita…

Anche se è decisamente difficile che questo mercato si torni a trasformare in un’altra bolla, sono però ottime notizie per chiunque stesse sperando di vedere chiaramente che il mercato immobiliare aveva finalmente girato l’angolo.


dalla Redazione