A distanza di poco più di un mese dalla sua inaugurazione, la Casa del Carnaval di Santa Cruz de Tenerife mostra già i primi successi in termini di numeri e apprezzamento, con più di 4000 visite registrate. 

Il numero medio dei visitatori nel mese che rappresenta ancora la bassa stagione relativamente al turismo da crociera, ma che in effetti è un bel successo, è stato di 1000 alla settimana, dati accolti con evidente entusiasmo dall’Assessore alla Promozione Economica Alfonso Cabello, responsabile della gestione della Casa del Carnaval attraverso il dipartimento dello Sviluppo.

Entusiasmo e ottimismo hanno fatto affermare allo stesso Cabello che dopo questi primi successi, si attendono dati ancor più clamorosi per effetto dell’inizio della stagione delle crociere, giusto dopo l’estate.

Dall’analisi dei numeri è emerso che il pubblico ha apprezzato maggiormente la visita nelle ore pomeridiane rispetto a quelle del mattino e che i gruppi organizzati sono stati di gran lunga i visitatori più numerosi rispetto agli ingressi singoli.

Come precisa Cabello, fino alla fine di settembre l’ingresso alla Casa del Carnaval è gratuito e solo in seguito verrà stabilito un prezzo che si aggirerà intorno ai 2 euro, cifra ridotta ulteriormente per i residenti.

La Casa del Carnaval, che sorge nel barranco de Santos, è dedicata alla festa più sentita e dalla storia più emblematica dell’Arcipelago, oltre che dichiarata di Interesse Turistico Internazionale.


Con i suoi 1052 metri quadrati di esposizione, la Casa intende portare il Carnevale più vicino ai turisti e sensibilizzare, se mai ve ne fosse bisogno, la popolazione residente, attraverso la diffusione della sua storia e dei suoi aneddoti.

I primi dati confermano quindi il successo dell’obiettivo comunale che ha voluto altresì valorizzare, attraverso un luogo dedicato, il Carnaval de Santa Cruz de Tenerife, patrimonio etnico culturale dell’isola e strumento di promozione turistica della sua capitale.

dalla Redazione