Un buongiorno e ben trovati a tutti gli amici di ‘Leggo Tenerife’ e della pagina Facebook ‘Italiani a Tenerife’ dal Dottor Cristiano Lollo.  Proseguiamo la nostra rubrica pillole di benessere parlando di una  coppia di meridiani  non direttamente riconducibile a degli organi, quanto a delle funzioni specifiche del nostro corpo. 

Esiste una certa confusione persino tra i medici professionisti di medicina orientale riguardo a cosa rappresentino esattamente i meridiani in questione: sto parlando del meridiano di Maestro cuore e di quello di Triplice riscaldatore. 

Nelle cinque fasi della medicina tradizionale cinese appartengono alla fase fuoco.

Maestro cuore trasporta il volere dell’organo sovrano, cioè del cuore, in tutto il corpo, mentre triplice riscaldatore  si occupa di distribuire nello stesso le sostanze metabolizzate dall’intestino tenue.

Ecco perché vengono coinvolti in quelle che sono le funzioni fisiologiche di circolazione e di protezione. 

Il meridiano di Maestro cuore è stato anche accostato al pericardio, cioè la membrana che ricopre il cuore, perché in parte il suo ruolo è quello di assistere il cuore nella sua funzione coordinatrice centrale, ma oltre a ciò è coinvolto in tutto quello che sono le funzioni della circolazione, includendo quindi cuore, aorta e tutte le maggiori arterie, vene e dotti linfatici. 


E’ strettamente associato con le risposte emozionali e quindi persone con questi problemi spesso trovano difficoltà a rilassarsi, le estremità sono spesso fredde mentre c’è sensazione di calore alla testa, si possono avvertire problematiche al piloro (l’area sopra l’ombelico) e bruciori di stomaco.

Nei casi più seri, squilibri in questo meridiano potrebbero portare ad attacchi di angina.

Triplice riscaldatore invece è associato in parte al mesentere che è attaccato all’intestino tenue.   

Così come l’altro meridiano, anche questo ha un ruolo più ampio facendo riferimento alle sostanze metabolizzate dell’intestino ed al loro trasporto a tutto il corpo. 

Squilibri in questo meridiano sono associati alle difficoltà nel campo relazionale, all’essere sempre sulla difensiva ed in guardia e questo tende a causare rigidità e tensione dappertutto.

La testa è spesso pesante come se fosse coperta con qualcosa, le mucose del naso e della gola diventano ipersensibili ed i nodi linfatici si ingrossano facilmente. 

Nel prossimo numero vi mostrerò un esercizio per allungare questi due meridiani che essendo associati in coppia scorrono abbastanza vicini. 

Nel frattempo ricordo a tutti i residenti e turisti di Tenerife che sono a disposizione per consulenze e lezioni personalizzate o in piccoli gruppi di Pilates, di ginnastica posturale e di ginnastica adattata e propriocettiva (info: [email protected])

Buona giornata e buon  sole a tutti voi!

Dottor Cristiano Lollo