Geotermica: energia pulita sotto i nostri piedi!

Al fine di mettere in funzione impianti di energia geotermica, l’Istituto Tecnologico de Canarias (ITC) ha firmato un accordo con Dry Rock Energy, una filiale locale di una importante società norvegese, che consentirà di realizzare il progetto già entro il 2016.

Il vantaggio dell’energia geotermica è la minor aleatorietà della produzione, che può anzi essere graduata per risultare complementare alle fonti fotovoltaiche ed eoliche, aumentando la potenza se non c’è vento e riducendola nelle fasi più ventose, garantendo così una produzione costante e limitando inconvenienti alla rete.

Per ora questa tecnologia viene utilizzata per installazioni a bassa temperatura, ad esempio per riscaldare l’acqua di una piscina, senza poter produrre elettricità. Per poter ottenere vapore a 200° in grado di produrre elettricità è necessario effettuare perforazioni decisamente profonde.

Anche se il calore del sottosuolo è di solito associato con l’isola di Lanzarote, le ricerche di questa ditta indicano che le zone a maggior potenziale sono Tenerife e Gran Canaria, dove in alcune zone si possono trovare i 200° a un chilometro di profondità. Le energie solare ed eolica hanno un enorme potenziale nelle Canarie, ma la loro natura intermittente pone barriere tecniche per l’utilizzo, che la caratteristica modulabile dell’energia geotermica può contribuire a stabilizzare.A seconda delle esigenze, a Tenerife si potranno avere impianti geotermici con potenza fra i 10 e i 30 megawatt.