Prevista a ottobre l’impermeabilizzazione del bacino di Aguamansa

Solo recentemente il Cabildo di Tenerife ha approvato il progetto per impermeabilizzare il bacino di Aguamansa che, al momento attuale, può riempirsi solo per il 25% della sua capacità, vale a dire fino a un livello di 8,5 metri su un totale di 17,5 metri.

Il bacino di Aguamansa, che può arrivare a contenere a pieno regime 150.000 metri cubi di acqua, svolge un ruolo di fondamentale importanza per tutta l’area produttiva della zona e per quelle relative alla parte bassa di Benijos, di Pinolere e di La Orotava, a beneficio quindi di un totale di circa 1300 agricoltori.

Il bacino è infatti il serbatoio di espansione della rete di irrigazione della Valle di La Orotava, insieme ad altre strutture similari come quelle di Cueva del Negro, del barranco di Benijos e quello di Las Llanadas.

Oltre al bacino di Aguamansa, ha precisato il ministro dell’Agricoltura, Allevamento e Pesca Jesús Morales durante il suo incontro con il sindaco Francisco Linares, quest’anno verrà realizzato anche il tratto di Los Cascajos, di circa 400 metri di lunghezza, che servirà centinaia di agricoltori e potrà soddisfare un’area complessiva di 26,6 ettari.

Nel corso della riunione è stata fatta esplicita richiesta affinché rientrino nei progetti relativi alle riserve e alle infrastrutture idriche, anche la realizzazione della rete di irrigazione nei pressi di Montijo, di circa 750 metri, oltre che il miglioramento delle infrastrutture che si trovano nei pressi delle strade di Rosas Bajas, El Palomero, San Miguel, Tafuriaste e Acebiños.

Il costo dell’impermeabilizzazione del bacino di Aguamansa, già a bilancio, sarà di 650.000 euro e i lavori, eseguiti dalla impresa Tragsa, avranno durata di circa sei mesi.


di Alessio Morucci