Paseo di Punta Larga, dove si concentra la vita a Candelaria

Foto da diariodeavisos.elespanol.com

Uno dei luoghi più amati e frequentati da turisti e abitanti di Candelaria, è il suo paseo marittimo di Punta Larga, l’invitante lungomare da percorrere al tramonto, quando il sole colora il cielo, o nelle prime ore della mattina, quando l’aria tersa rigenera l’organismo.

Il chilometro di viale di fronte al mare è un alveare di persone quotidiano, con coppie, intere famiglie e sportivi che compiono il piacevole rituale della passeggiata, talvolta unita ad attività fisica, sul vero cuore pulsante di Candelaria.

Paseo di Punta Larga rappresenta il luogo degli incontri, soprattutto quando il sole inizia a tramontare inondando questa striscia costiera di ineguagliabile fascino.

E nei fine settimana il movimento aumenta, complici i numerosi punti di ristoro dove mangiare pesce fresco o gustare un gustoso gelato.

L’offerta è ampia, dai ristoranti cinesi, a quelli messicani, italiani, giapponesi, chioschi di hamburger e tapas e perfino un tradizionale guachinche, che insieme rendono il viale un amalgama di sapori, odori e sensazioni.

Le spiagge, riparate dalle scogliere per proteggere la sabbia dalle correnti, accolgono grandi e piccoli nelle loro acque tranquille e sicure.


E alla fine del paseo di Punta Larga trovano riposo le rovine di Tenerife Tour, un magnifico hotel che ha segnato un’epoca con i suoi unici bungalow a più livelli, ora abbandonati e come imprigionati da un misterioso sortilegio.

Il sindaco di Candelaria ritiene l’area del paseo un punto di riferimento importante per turisti e abitanti, pur riconoscendone i difetti dovuti alla mancanza di un parcheggio attrezzato che consenta di soddisfare il crescente flusso di visitatori.

Ma, come precisa, a dispetto di due progetti relativi a strutture da adibire a parcheggio nella Rambla de Los Menceyes, al momento attuale non è ancora possibile realizzare nulla, essendo la zona predestinata soggetta a sviluppo urbano e di proprietà privata.

In caso l’Ayuntamiento riuscisse ad acquistare il terreno, oltre al denaro necessario per eseguire l’operazione, sarebbe costretto a cambiare completamente il piano generale urbanistico.

di Franco Leonardi

(NdR Candelaria comincia ad essere sempre più ricercata per la sua qualità della vita, in alternativa al super trafficato Sud)