La Palma, importante ampliamento dell’offerta ricettiva

Con un totale di 8.500 posti letti che verranno realizzati nel medio termine, La Palma spinge sull’acceleratore con un significativo ampliamento dell’offerta ricettiva.

Questo è quanto è stato previsto all’interno delle 13 attuazioni turistiche che contempleranno iniziative pubbliche e private e che rientrerà, dopo il dibattito durato un anno tra Ayuntamiento, tecnici, promotori e la Consejeria de Planificación del Cabildo, nel Sistema Motriz Turistico de La Palma, in attesa di ultima approvazione prima di essere reso operativo a tutti gli effetti.

Tra i nuovi alberghi che verranno costruiti sull’isola seguendo l’obiettivo di ampliamento dell’offerta ricettiva, tre saranno dotati di altrettanti campi da golf e sorgeranno su terreni già individuati dagli investitori in Fuencaliente, Breña Alta e Los Llanos de Aridane, benché quest’ultimo sia vincolato da norme di protezione del paesaggio di Tamanca.

Nell’ipotizzato ampliamento saranno inoltre contemplati quattro stabilimenti alberghieri a Las Hoyas a Tazacorte, Las Manchas, Los Llanos de Aridane e Balcones de Mazo, mentre a Tijarafe in particolare sarà realizzato un progetto chiamato La Tahona.

In aggiunta a queste iniziative private, saranno previste strutture pubbliche promosse dai vari ayuntamientos palmeros per un massimo di 8 costruzioni distinte e altre due promosse dal Cabildo, tutte strutture senza caratteristica di accoglienza.

Il Cabildo pare sia quindi riuscito a trovare finalmente il giusto strumento per perseguire l’ampliamento dell’offerta ricettiva di La Palma, il cui tetto è stato fissato a 25.000 posti letto e la cui realizzazione è il risultato di una riflessione globale dei diversi parametri economici, sociali e tecnici dell’isola.


Negli anni precedenti non si era raggiunto l’obiettivo di aumentare l’economia produttiva dell’isola basandola sul turismo a causa di intralci normativi in materia urbanistica, un esempio è dato dalla zona di Puerto Naos dove sono stati creati 571 posti letto quando entrò in vigore il Plan Especial de Uso Turistico tanto criticato, a fronte dei 3.700 previsti in hotel di categoria da 4 a 5 stelle.

Con un ampliamento ora di 8.500 posti letto da aggiungere ai 14.000 già esistenti, La Palma avrebbe a disposizione 22.500 sistemazioni, una cifra comunque al di sotto di 2.500 posti rispetto a quanto previsto dal Plan Insular de Ordenación di La Palma, ora in attesa di modifica grazie alla strategia che Anselmo Pestana del Cabildo ha difeso di fronte al Parlamento de Canarias nello scorso settembre.

di Magile Ortega