Vacanza alle Canarie con il cane? Le sei spiagge dove portarlo

Chi non desidera portarsi in vacanza il proprio cane e condividere con lui i momenti di relax, magari in spiaggia?

Spesso questo non solo non è possibile, ma viene severamente multato in caso di evidente divieto esposto all’ingresso dello stabilimento balneare.

Molti comuni dell’Arcipelago delle Canarie, dopo le numerose richieste, hanno deciso di offrire spazi sulla costa dove poter consentire l’accesso anche agli animali domestici come il cane, e la Spagna nel corso del 2017 ha aperto 77 aree costiere agli amici pelosi.

In particolare sull’Arcipelago esistono sei spiagge dove l’ingresso dei quadrupedi è consentito, una a La Palma, due a Tenerife e Gran Canaria e una a Lanzarote.

A Tenerife dal 2013 il comune di Güímar ha autorizzato una piccola area di ciottoli, della dimensione di 50 metri quadri, ad ospitare animali.

La spiaggia, El Cabezo, è situata nei pressi del Club Náutico del Puertito di Güímar e al suo ingresso è stato apposto un pannello informativo contenente le regole di comportamento.


Ovviamente fondamentale è la pulizia a carico del proprietario del cane, che ne deve opportunamente raccogliere gli escrementi pena un’ammenda tra i 30 e i 150 euro.

Nel caso di cane potenzialmente pericoloso, vige l’obbligo del guinzaglio e della museruola.

A Granadilla di Abona, sempre a Tenerife, si trova la spiaggia di El Confital, 150 metri di sabbia tra El Médano e Los Abrigos.

Qui l’accoglienza riservata al cane è molto cordiale e lo dimostra il flusso massiccio che ne caratterizza in particolare i weekend.

A La Palma si trova invece Playa Nueva, nel comune di Tazacorte, a ovest della Isla Bonita.

Con i suoi 550 metri di lunghezza di sabbia scura, Playa Nueva consente l’accesso al cane accompagnato dal suo proprietario a condizione che vengano rispettati l’ambiente e gli altri bagnanti.

A Lanzarote, vicino al castello di Las Coloradas nella zona di play Blanca, si trova Playa de Las Coloradas, nel comune di Yaiza.

In questo caso le regole della spiaggia per poter entrare con il proprio cane sono più severe e gli ingressi sono consentiti solo dalle 7 alle 10 del mattino e dalle 7 alle 9 di sera; obbligatori la pulizia e la rimozione di feci e vietato pulire o nutrire gli animali sulla spiaggia.

Sull’isola di Gran Canaria infine vi sono due località dove gli animali domestici possono entrare e la prima di esse è Playa de Bocabarranco, 6.000 metri quadrati di spiaggia dove il cane può correre, situati nel quartiere di Jinámar, a Las Palmas.

La zona è stata scelta in quanto poco frequentata dai bagnanti a causa del mare molto ondoso e delle costanti raffiche di vento; per potervi accedere è necessario presentare il libretto delle vaccinazioni del cane aggiornato, dimostrando che l’animale non solo è registrato regolarmente ma anche sverminato.

Ad accompagnare il cane solo adulti che non lo perdano mai di vista e obbligatori guinzaglio e museruola per le specie considerate potenzialmente pericolose.

La spiaggia è attrezzata con diversi cestini per la raccolta degli escrementi oltre che con manifesti informativi delle regole vigenti.

Playa de Bocabarranco rientra nella rete dei parchi canini realizzati dall’Ayuntamiento nella capitale, quali Parque de las Rehoyas, Parque Juan Pablo e Parque San Telmo.

Playa de Los Cuervitos, nella cittadina di Agúimes, è invece una piccola ma deliziosa baia di sabbia scura e pietre con scarsa affluenza di bagnanti per un mare piuttosto irrequieto, ma dove gli amici a quattro zampe sono ben accetti.

di Bina Binella