Lanzarote e l’innovazione, gli insoliti hamburger di cactus

Avete letto bene, hamburger di cactus, ovviamente senza spine!

Questo insolito ma innovativo progetto culinario, primo nel suo genere in Spagna, nasce a Lanzarote e ha ricevuto subito il pieno appoggio dei CACT, Centros de Arte, Cultura y Turismo del Cabildo di Lanzarote, che incorporano il curioso piatto nel menu del Jardín de Cactus.

A base di hamburger di cactus, salsa di pomodoro, pane, yogurt di capra, formaggio affumicato e rucola, più un 50% di tonno e un 50% di patate, cipolla e miglio, il nuovo prodotto, fondendo la filosofia americana del fast food a degli ingredienti tipici, si è guadagnato la denominazione di origine di Lanzarote.

E da oggi chiunque voglia beneficiare delle proprietà benefiche del cactus e di un gusto squisito ed equilibrato, può recarsi al Jardín de Cactus per fare una vera e propria esperienza culinaria unica al mondo in una location perfetta per l’occasione.

Come sottolinea il ministro del Turismo del Cabildo di Lanzarote Echedey Eugenio, il successo della nuova proposta gastronomica è basato sull’unicità del prodotto e si allinea con gli sforzi compiuti per valorizzare il settore primario dell’isola, cioè l’agricoltura.

Elaborato da una cooperativa di produttori di San Bartolomé unitamente alle tonnare di Teguise, l’insolito hamburger è inoltre a km zero, essendo costituito da prodotti tutti originari del luogo in cui viene prodotto.


Il cactus viene considerato un super cibo, grazie alle sue indiscusse proprietà benefiche per l’organismo umano; il vegetale è in grado infatti di stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue, abbassare il colesterolo, pulire i vasi sanguigni, disintossicare il colon, proteggere il fegato, coadiuvare i processi digestivi, favorire il senso di sazietà e, addirittura, ridurre il mal di testa causato da una serata all’insegna dell’alcol.

Il cactus inoltre contiene elevati livelli di taurina, un amminoacido essenziale coinvolto in vari processi biochimici, che si trova comunemente nelle bevande energetiche attualmente molto in voga.

Utilizzato nella dieta quotidiana fino in epoca pre-colombiana e in particolare modo dagli Aztechi, rappresenta insieme ai semi di chia e ai grani di quinoa, un alimento indispensabile per favorire le prestazioni dell’organismo, in maniera sana, sostenibile e decisamente innovativa.

Infine, è bene sottolinearlo, l’hamburger di cactus di per sé è indicato per i vegetariani e, nella sua versione senza pane, per i celiaci.

di Grazia Riolo