A Puerto un servizio raccolta di residui vegetali

Nell’ambito della politica di impegno per la sostenibilità, Puerto de la Cruz implementerà a breve un servizio di raccolta di residui vegetali attraverso trecento nuovi contenitori di colore marrone, con chiusure a chiave, installati in aree dove si concentrano maggiormente le abitazioni dotate di giardini.

L’obiettivo sarà quello di gestire al meglio lo spreco e la riutilizzazione sostenibile di tutti i residui vegetali, da quelli provenienti dalla cucina, a quelli derivanti dalle potature effettuate nelle aree verdi.

Storicamente questo servizio veniva sopperito da un servizio porta a porta nel quale il cittadino riponeva tutti i residui dentro a dei sacchi di plastica, raccolti poi a mano dai servizi municipali per destinarli al recupero.

I vecchi metodi di raccolta dei rifiuti vegetali, si sono rivelati inefficaci a causa dell’involucro di plastica in cui dovevano essere inseriti, non consentendo talvolta di recuperare il contenuto e quindi di inviarlo al sito di trasferimento della valle di La Orotava, per poi essere definitivamente lavorato nel Complejo Ambiental di Arico.

La novità sta quindi nell’eliminazione dei sacchi di plastica e nell’adozione di specifici contenitori, chiusi a chiave per evitare che vengano riempiti con spazzatura diversa, dove i cittadini potranno depositare direttamente i residui vegetali prodotti.

In particolare i residui vegetali che potranno essere versati nei contenitori dovranno essere tritati e non insacchettati e l’apposita chiave unitamente ad un opuscolo esplicativo del servizio verranno consegnati direttamente ai cittadini interessati.


Con questa misura, sottolinea il responsabile del dipartimento dei Servizi e Opere Generali Ángel Montañés, circa 900 tonnellate di residui vegetali saranno veicolati alla Planta de Transferencia per essere trasformati, un servizio che costa 36mila euro all’anno ma che consente, grazie alla nuova meccanizzazione, di evitare che i rifiuti vengano abbandonati sulle strade, minando l’immagine della città e contravvenendo alla strategia di politica sostenibile adottata da Puerto.

Il progetto di raccolta residui vegetali rientra nel protocollo di corretta gestione dei rifiuti, in linea con la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente e in coordinamento con il progetto europeo di acque reflue urbane e il Plan 70/20 chiamato El Puerto Recicla.

di Marta Simile