l numero di passeggeri in arrivo a Tenerife in ottobre è aumentato dell’8,1%

Un totale di 715.059 passeggeri è arrivato a Tenerife lo scorso ottobre, con un aumento dell’8,1% rispetto allo stesso mese del 2016.

Il traffico internazionale registra nel sistema aeroportuale dell’isola una crescita del 2,9% con l’arrivo di 455.524 passeggeri nel mese, mentre gli arrivi dagli aeroporti spagnoli sono aumentati del 18,5% per un totale di 259.535 passeggeri.

Il presidente dell’isola, Carlos Alonso, valuta nel comunicato stampa l’evoluzione positiva del traffico passeggeri “non solo in ottobre, ma anche nell’anno nel suo complesso, dove i dati statistici includono più di 6,5 milioni di passeggeri fino ad ottobre ed un aumento del traffico in quasi tutti i mercati di emissione”.

Alonso spiega che durante il mese, il forte aumento del traffico passeggeri tra le isole è particolarmente degno di nota, con un aumento del 38,4% nel mese di ottobre (108.311 passeggeri in totale).

Essa afferma che, dall’applicazione dello sconto del 75% ai residenti sui voli fra le isole, il traffico passeggeri nell’Arcipelago ha registrato una crescita compresa tra il 30 e il 40 % rispetto all’anno precedente.

I dati forniti da Aena in ottobre rappresentano un totale di 221.128 passeggeri a Tenerife Norte, il 19% in più rispetto allo stesso mese dello scorso anno, mentre Tenerife Sur ha ricevuto 493.931 passeggeri, il 3,8% in più rispetto all’ ottobre 2016.


Per quanto riguarda i mercati, nel mese di ottobre si è registrato un incremento degli arrivi da Germania (+4%), Olanda (+6%), Irlanda (+8%) e Italia (+11,6%) e degli arrivi di passeggeri da Francia (+7%) e Polonia (+22,9%), dove Tenerife è leader nell’arcipelago per gli arrivi.

Il traffico proveniente dal Regno Unito è diminuito del 3,8% nel mese rispetto all’ottobre dell’anno precedente, dato che per il Ministro del Turismo dell’isola, Alberto Bernabé, è stato attribuito alla sospensione dell’attività della società Monarch dal 2 ottobre.

Nonostante le difficoltà che ha avuto il mercato inglese, che è la fonte di turisti a Tenerife, non solo a causa del fallimento di questa compagnia aerea, ma anche a causa dell’incertezza del Brexit e delle svalutazioni della sterlina, “i dati che sono stati registrati in questi mesi” ci permettono di intravedere un anno che chiude con oltre due milioni di turisti britannici.

Rispetto ai paesi nordici, gli arrivi di passeggeri sono aumentati dell’8,3% in ottobre, mentre gli arrivi a Tenerife sono diminuiti da Russia (-2,6%), Repubblica Ceca (-3,2%) e Austria (-14,2%).

Secondo i dati del Cabildo, nei primi dieci mesi dell’anno Tenerife ha raggiunto un totale di 6.513.523 passeggeri, l’8,4% in più rispetto allo stesso periodo del 2016.

Gli arrivi internazionali sono aumentati del 7,4% (4.225.391 passeggeri in totale) e gli arrivi nazionali sono cresciuti del 10,3% a 2.288.132 passeggeri.