La nuova unità di polizia di Arona è costituita da quadrupedi forniti di coda ed olfatto sopraffino e il suo successo è stato immediato già nel primo weekend di operazioni svoltesi ad agosto; i cani poliziotto della nuova Unidad Canina de Prevención Policial hanno già cominciato a far parlare di sé con ben 20 rilevazioni di droga in nove aree del comune di Arona.

I cani poliziotto hanno infatti individuato marijuana, hashish e cocaina in diverse azioni condotte a Las Galletas, Costa del Silencio, TenBel, El Fraile, Los Cristianos e Las Rosas oltre a tre centri commerciali in Playa de Las Américas.

Tutti gli arresti effettuati sono stati per possesso o consumo in aree pubbliche di droghe illegali e attualmente sono in corso procedimenti giudiziari con sanzioni che andranno dai 600 ai 30mila euro!

La speciale unità dei cani poliziotto di Arona è entrata in funzione il 28 luglio con l’obiettivo di essere un’unità indipendente al servizio della polizia nelle quotidiane ispezioni alla ricerca di droga al di fuori delle scuole, in punti sensibili della città, nei pressi di strutture ricreative e stazioni di autobus.

La legge spagnola, Ley Orgánica 4/2015, considera illegale il possesso di droghe in luoghi pubblici come strade, edifici, mezzi di trasporto e prevede sanzioni elevate in caso di violazione.

Alla polizia è consentito effettuare controlli in loco sia su persone che su veicoli, al fine non solo di prevenire criminalità e spaccio ma anche di salvaguardare la cittadinanza da eventuali minacce terroristiche quali la presenza di armi o esplosivi.


La presenza dei cani poliziotti rende queste operazioni molto più agevoli grazie allo speciale fiuto che consente di individuare istantaneamente la presenza di sostanze illegali o pericolose.

di Franco Leonardi

(NdR NON FIDATEVI di chi vi dice che alle Canarie c’è la “canna libera”!)