Trasmediterránea acquistata dal gruppo Naviera Armas

Il gruppo canario Naviera Armas per un importo complessivo di 260,4 milioni di euro acquista Trasmediterránea, la linea navale di Acciona, coprendo così anche il debito a carico di quest’ultima e pari a 127,3 milioni di euro.

Naviera Armas, presieduta da José Manuel Entrecanales, definisce l’operazione come un impegno a concentrarsi sulle sue tre linee strategiche di business, ovvero le infrastrutture di trasporto, di acqua e di energia rinnovabile.

Acciona aveva acquistato Trasmediterránea nel 2002 all’interno di un procedimento aperto dalla holding pubblica SEPI per privatizzare la compagnia di navigazione.

Trasmediterránea attualmente ha una flotta di 21 navi, con le quali opera 32 percorsi tra Spagna, Baleari, Canarie e le città del Nord Africa.

Definita la più grande tra tutte le compagnie di navigazione spagnole e tra le prime in Europa, Trasmediterránea nel 2016 ha incrementato i ricavi dell’1,6%, generando 431 milioni di euro e ottenendo un 48,5% di utile operativo lordo pari a 61 milioni di euro, grazie alla crescita del traffico, il miglioramento dell’efficienza operativa e la riduzione dei costi di carburante.

La compagnia ha trasportato inoltre 2,5 milioni di passeggeri nel corso del 2016, il 2,3% in più rispetto all’anno precedente, oltre a 5,8 milioni di metri lineari di carico e 576mila veicoli.


Per Naviera Armas l’operazione di acquisto della compagnia di navigazione rappresenta una opportunità di avere tra le sue fila una società complementare che le consentirà di agire su nuovi mercati con maggiore flessibilità per competere nel trasporto internazionale.

Già nel 2014 Acciona aveva messo in vendita Transmediterránea nell’ambito del programma di attività che il gruppo aveva incluso nel piano di adeguamento avviato per attutire l’impatto della riforma energetica approvata dal Gobierno.

Tuttavia la società ha bloccato la vendita dopo la particolare situazione positiva nel settore dei trasporti e le conseguenti prospettive ottimistiche che si sono aperte nel 2015.

Le offerte pervenute in quell’anno, precisa poi Acciona, non riflettevano realmente il valore e il potenziale della compagnia di trasporto e così si decise di sfruttare a pieno la peculiare contingenza di mercato.

A distanza di tre anni dal primo tentativo di vendita, Acciona ha infine deciso di procedere, cedendo a Naviera Armas una compagnia di trasporto cresciuta e migliorata nei servizi.

Acciona prevede di concludere la vendita nel primo trimestre del 2018, una volta ottenute le autorizzazioni necessarie dalle competenti autorità.

Con la chiusura del debito e il passaggio a Naviera Armas, Trasmediterránea acquisirà un valore complessivo che si situa tra i 419 e i 435 milioni di euro.