Nuova vita per Casa Tolosa

Casa Tolosa

Casa Tolosa, conosciuta anche come Casona de San Antonio, è uno dei più importanti riferimenti storici di Puerto de la Cruz ma che dal 2005 si trova in condizioni di deterioramento e degrado, tanto che attualmente tutto l’edificio è puntellato per evitarne il crollo.

Dopo numerosi progetti presentati che non includevano un vero e proprio restauro, il Gobierno municipal ha finalmente approvato una serie di interventi che riporteranno in vita Casa Tolosa e che si accompagnano alla realizzazione di un museo digitale contemporaneo e innovativo oltre alla mostra permanente dell’artista di Puerto Pedro Garhel, scomparso nel 2005 e personaggio poliedrico e multidisciplinare che è stato un vero pioniere nel campo dell’arte elettronica e interattiva.

Il Consorzio Urbanistico per la ristrutturazione di Puerto de la Cruz ha assegnato infatti la prima fase dei lavori relativi a Casa Tolosa alla società Construcciones Víctor Rodríguez e Hijos per un budget pari a 688.941,90 euro.

Il progetto di ristrutturazione si articolerà in due fasi, la prima delle quali sarà relativa al consolidamento della struttura per una durata di 8 mesi circa; nella seconda fase si procederà alle finiture dei muri interni ed esterni oltre che alla loro riverniciatura.

Sandra Rodriguez, assessore alla Cultura e al Patrimonio della città, ha affermato di recente che il progetto di ristrutturazione di Casa Tolosa è una grande notizia, considerando che verrà recuperato uno dei più importanti edifici storici di Puerto, convertendolo a spazio culturale polifunzionale dedicato principalmente alla sperimentazione e all’innovazione.

L’eccessivo deterioramento che attualmente riguarda il complesso, prosegue, richiederà in ogni caso un intervento a lungo termine ma assolutamente doveroso per riconsegnare alla città di Puerto un autentico gioiello architettonico.


di Mery Coverano