Granadilla, il Cabildo investe nel kitesurf

Il kitesurf si è diffuso a grande velocità sulle spiagge di Granadilla de Abona, in competizione con il tradizionale windsurf, tanto che il Cabildo ha assegnato alla società Civilport Ingenieros y Servicios Subacuáticos Profesionales il progetto di segnalazione con regolari boe del tratto di spiaggia di El Médano e di Playa Leocadio Machado.

Questa azione, inclusa nel Marco Estratégico de Desarollo Insular MEDI-Fdcan, comporterà un investimento pari a 127.757 euro.

L’obiettivo, come precisa Alberto Bernabé vicepresidente e ministro insulare del Turismo, è quello di segnalare opportunamente le aree di mare in cui gli sport acquatici come kitesurf e windsurf sono praticati da dilettanti, professionisti e scuole, al fine di garantire a tutti, bagnanti inclusi, le condizioni necessarie di sicurezza.

Bernabé afferma che la volontà del Cabildo è quella di offrire un’esperienza turistica di alto livello nel rispetto della sicurezza, che spesso rappresenta una lacuna quando si parla di attività in mare.

Granadilla nel corso degli anni si è affermata come località d’eccellenza per praticare sport come il kitesurf, grazie al vento costante che rende la costa di El Medano un luogo ideale per gli amanti del genere.

Secondo i dati compilati dal Turismo di Tenerife su informazioni fornite dalla Encuesta de Turismo Receptivo del Cabildo, lo 0,7% di turisti che visitano l’isola praticano windsurf o kitesurf a El Medano, una percentuale che si traduce in circa 36mila utenti, che scelgono questa località anche per la bellezza e la naturalezza delle sue spiagge.


Questo particolare segmento genera circa 29milioni di euro nel settore complessivo del turismo e 2,3 milioni di euro direttamente nei servizi legati alla pratica di questi sport.

Con il progetto di segnalazione delle aree di pertinenza, il Cabildo intende incrementare questi dati, contribuendo così alla crescita economica della zona e di tutta l’isola.

dalla Redazione