Diario di un vigilante febbraio 2018

Questo mese anticipo alcuni eventi che fortunatamente saranno messi in opera per garantire una migliore sicurezza nella zona metropolitana. In vista del carnevale il municipio di Santa Cruz di Tenerife ha saggiamente deciso di rinforzare i sistemi di sicurezza contro possibili attentati, atti vandalici e risse.

Secondo le informazioni ricevute verranno distribuiti agli agenti della polizia locale venti taser completi di ricariche e sono stati acquistati proiettili non letali ma di alto impatto per le pistole di tutti i corpi di polizia.

Oltre ad equipaggiare meglio gli agenti, anche le strade saranno molto più tecnologiche e sicure. Infatti verranno installati nelle vie più a rischio di attentati dei piloni di acciaio a scomparsa nel terreno. Questi sistemi di bloccaggio verranno attivati dalla centrale di controllo nel caso dovesse presentarsi una situazione di rischio di corse suicide come è già accaduto in altre zone d’Europa.

In tutte le strade interessate dal passaggio del Carnevale saranno installate varie telecamere sui pali dell’illuminazione stradale, permettendo così un controllo costante di tutti i partecipanti e rendendo possibile un intervento preventivo degli agenti nel caso dovesse rendersi necessario.

Questo investimento per un valore approssimato di 1,3 milioni di euro verrà poi mantenuto anche dopo il periodo festivo, portando la città di Santa Cruz al primo posto tra le città con migliore difesa passiva di tutta la Spagna.

Tutti questi miglioramenti sono stati decisi in previsione dell’aumento del flusso turistico rispetto allo scorso anno e con l’intenzione di evitare gli sfortunati incidenti che avevano visti coinvolti vari agenti e personale di sicurezza privata.


L’unico inconveniente sarà che i poveri vigilanti privati saranno come sempre quelli a contatto più diretto con le masse, dotati solo della difesa regolamentare, ma insufficiente nel caso si trovino a confrontarsi con gruppi violenti che preferiranno loro agli agenti armati di taser.