Progetto Urban Waste nelle città turistiche canarie

Urban Waste è un nuovo progetto di strategie eco innovative per la gestione dei rifiuti nelle località turistiche dell’Europa; scopo fondamentale dell’iniziativa è la creazione di un nuovo approccio nella gestione dei rifiuti in tutti i territori turistici dell’Unione Europea, con particolare riferimento a quelle città che vivono il maggior flusso di visite.

Al progetto Urban Waste partecipano 11 città, 3 delle quali sull’isola di Tenerife, ovvero Adeje, Arona e Puerto de la Cruz; come ha spiegato il ministro dell’Ambiente del Cabildo di Tenerife José Antonio Valbuena, si tratta di definire politiche volte a minimizzare o ridurre gli sprechi, stabilendo appropriate forme di gestione e riutilizzo.

In questo senso la Corporación Insular assume il ruolo di mediatore e organizzatore tra i comuni aderenti al progetto Urban Waste, il cui coordinamento è a carico del Gobierno della comunità attraverso il ministero dell’Ambiente.

Sono in totale 27 i partner che rappresentano 13 paesi dell’Unione Europea dove sono situate le località coinvolte nel progetto, come Firenze, Lisbona, Nicosia, Copenaghen e Ile de France per citarne alcune.

La scelta delle località turistiche si basa sul presupposto che le stesse siano sottoposte a picchi di generazione di rifiuti nelle alte stagioni, fatta eccezione per le Canarie dove il flusso turistico è spalmato lungo tutto il corso dell’anno, generando così un forte impatto nei sistemi di raccolta e trattamento.

Tenerife quindi, a causa della sua caratteristica di destinazione non stagionale bensì annuale, rappresenta un caso unico in tutta Europa.


Metodologicamente, il progetto Ubran Waste cerca di applicare il concetto di metabolismo urbano, analizzando i flussi di materia ed energia delle città, in modo tale che gli scarti possano far parte di quei flussi, minimizzandoli o riducendoli, ma soprattutto gestendoli affinché siano integrati nei processi di riutilizzo e riciclaggio.

Urban Waste, che ha avuto inizio il primo giugno del 2016 con step graduali, terminerà il 31 maggio 2019 e vedrà impiegato un budget pari a 4.248.782 euro, finanziato interamente dall’Unione Europea grazie ai fondi di Horixon 2000.

A Tenerife saranno destinati 100.485 euro, il 2,36% dell’importo complessivo e l’obiettivo europeo è quello di raggiungere entro il 2020 il riciclaggio del 50% dei rifiuti solidi urbani, al fine di raggiungere il 70% entro il 2030.

Michele Vieri