Sono sicuri i miei risparmi in una banca spagnola?

Quanto sono sicuri i risparmi depositati in una banca spagnola? Questa è certamente una domanda che si sono posti molti risparmiatori spagnoli dopo lo scoppio della crisi di Cipro, e la risposta è semplice: quelli con meno di 100.000 euro possono respirare facile, e chi ha di più, dovrebbe mettersi a testare le proprie capacità di ingegneria finanziaria.

La crisi di Cipro ha recentemente sperimentato i campanelli d’allarme tra i consumatori spagnoli che temono di perdere parte del loro denaro frutto di risparmi nel caso in cui in Spagna c’è una situazione simile a quella dell’isola, qualcosa che gli esperti ritengono difficile.

Per l’Associazione bancaria spagnola, le banche spagnole meritano “la totale fiducia dei depositanti, clienti e investitori” dopo aver rispettato gli accordi rigorosi con l’Europa per la ricapitalizzazione del settore, in quanto hanno liquidità “abbondante” e bassa dipendenza su Banca centrale.

La realtà è che i piccoli investitori hanno motivo di essere tranquilli in caso di fallimento di una banca, perché in Spagna i depositi sono assicurati fino a 100.000 euro a persona ed entità dal mese di ottobre 2008.

La questione si pone per quelli con più di 100.000 euro, anche se una facile soluzione passa per distribuire i loro risparmi in conti di vari enti per garantire almeno 100.000 euro per banca in caso di un collasso finanziario.

Nel caso di Cipro, sono proprio i grandi risparmiatori che dovranno sopportare le perdite a seguito del piano di salvataggio, mentre sono stati salvati,  alla fine, i depositanti con meno di 100.000 euro.