Modello 210, imposta sul reddito dei non residenti

I non residenti fiscalmente in Spagna sono obbligati a presentare il modello 210 relativo all’imposta sul reddito; come spiega Asesoría Afeco Perera di Los Cristianos, l’imposta sul reddito per i non residenti è quella tassa che il Tesoro richiede a persone fisiche o giuridiche non residenti in Spagna a livello fiscale ogni anno.

Vale a dire le persone fisiche o giuridiche che, pur non residenti in Spagna, risultano proprietari di immobili in affitto nel Paese, sono tenuti a pagare la IRNR, l’imposta sugli affitti dei non residenti, a meno che non contribuiscano già con l’IRPF.

Nel gruppo sono inclusi anche coloro che risiedono in territorio spagnolo per lavoro, come consoli, funzionari pubblici o diplomatici e sono però cittadini di altri paesi, così come coloro che pur essendo presenti su suolo spagnolo, sono soggetti al regime di attribuzione dei redditi stabiliti all’estero.

In buona sintesi una persona è considerata residente fiscale in Spagna quando si verificano le seguenti condizioni:

  • soggiorna in territorio spagnolo per più di 183 giorni nel corso di un anno solare
  • il volume dei suoi interessi e delle sue attività economiche è direttamente o indirettamente fissato in Spagna
  • risulta non legalmente separato dal coniuge e i minori risiedono abitualmente in Spagna.

Dopo l’ultima riforma fiscale, le aliquote per i cosiddetti non residenti devono essere dichiarate mediante il modello 210, scese dal 2016 al 24% e nello specifico al 19% per i residenti dell’Unione Europea, dell’Islanda e della Norvegia.

Asesoría Afeco Perera