Nuovi farmaci dal veleno del Cobra Reale

Un solo morso di Cobra reale può uccidere un uomo adulto nel tempo di poche ore, ma sembra che il letale veleno del serpente potrà un giorno eliminare invece il dolore negli esseri umani.

Ricercatori dell’Università Nazionale di Singapore hanno ottenuto un potente antidolorifico dal veleno – 20 volte più potente della morfina.

Ciò significa che potrebbe essere particolarmente efficace per trattare il dolore neuropatico, spesso causato da danni ai nervi e che può essere difficile da trattare.

In particolare le prove di laboratorio hanno finora dimostrato che non provoca effetti collaterali, anche a 2000 volte la dose normale, e proprio in questo è diverso da altri antidolorifici in uso oggi. Per esempio, l’uso della morfina può causare problemi che vanno dalla stitichezza alla tossicodipendenza, e anche i più comuni antidolorifici come l’aspirina possono causare dolori gastrici.

La ricerca dell’Università Nazionale di Singapore è iniziata nel 2003 e finora è costata 3.000.000 di dollari.

Il nuovo farmaco è atteso alle sperimentazioni cliniche per il 2014, potrà poi essere messo in commercio nel 2016 o nel 2017.


Il professor Kini, Direttore del Progetto – il cui interesse per i serpenti risale a quando era un bambino in India, dove ha sentito parlare dei molti abitanti che muoiono per i loro morsi – ha spiegato il fascino paradossale del veleno dei serpenti.

“Le proteine nel veleno dei serpenti sono molto simili in struttura alle proteine umane, che però non sono tossiche.”

I morsi di serpente uccidono fino a 100.000 persone ogni anno nel mondo, ma tutti i componenti del loro veleno hanno potenzialmente proprietà salvavita.

Captopril, un farmaco usato contro l’ipertensione, è stato sviluppato usando il veleno delle vipere.

Scienziati inglesi hanno scoperto che il veleno dei serpenti può essere riconvertito in molecole innocue, e questo potrebbe aprire la strada allo sviluppo di nuovi farmaci per il trattamento di malattie come il cancro e il diabete.

Il professor Kini e il suo team hanno faticosamente selezionato il veleno di cobra reale, importato da allevamenti commerciali di serpenti nella regione, fino a quando non hanno identificato la specifica proteina del veleno con proprietà antidolorifiche.

Hanno poi isolato la specifica porzione della proteina coinvolta nel processo, altrimenti il risultato poteva risultare tossico.

La loro ricerca ha provato che il veleno del cobra reale può anche aiutare nel trattamento dell’ipertensione e dei pericolosi coaguli di sangue.

“Noi conosciamo forse l’1% delle proprietà del veleno di serpente” ha dichiarato il professor Kini, “è una sfida decisamente coinvolgente”.

Commentando l’anno cinese del Serpente, ha detto: “E’ bello che l’animale che mi ha affascinato per tutta la vita vada sotto i riflettori almeno una volta ogni 12 anni”.

(NdR e siccome io sono d’accordo Vi pubblico l’articolo)

Franco Leonardi