Il mercato immobiliare canario relativo agli alloggi di seconda mano ha registrato nel 2017 un aumento di prezzi del 13,14%, con un costo, che si riferisce al mese di dicembre, di 1.556 euro al metro quadro.

Analizzando le singole province, gli aumenti maggiori si sono verificati a Las Palmas con un rialzo del 6,56% e a Santa Cruz de Tenerife con un 8,39%.

In generale in tutta la Spagna a dicembre gli alloggi di seconda mano hanno registrato un prezzo medio al metro quadrato di 1.571 euro, vale a dire l’1,64% in più rispetto allo stesso mese del 2016.

L’evoluzione del prezzo degli alloggi di seconda mano durante il 2017 è stato difforme in tutto il paese, ma i maggiori aumenti sono stati riscontrati alle Canarie, alle Baleari e in Galizia, mentre Aragona, Navarra e Asturie hanno vissuto decrementi dal 10 al 5% rispetto all’anno precedente.

In termini assoluti i Paesi Baschi sono risultati i più cari, con un prezzo al metro quadrato fino a 2.600 euro, mentre Castilla La Mancha la più economica, con 882 euro circa al metro.

Per quanto riguarda invece i capoluoghi di provincia, la più esosa in assoluto è stata Barcellona, con 3.900 euro al metro quadrato, Donostia San Sebastián con 3.750 e Madrid, con poco più di 3.000 euro.


E il mercato immobiliare nei prossimi mesi si troverà ad affrontare due appuntamenti chiave che contribuiranno a influenzare l’evoluzione del settore, come l’elaborazione della nuova legge sui mutui e il tentativo di trovare un equilibrio tra affitto residenziale e turistico.

La casa sta quindi attraversando uno dei suoi momenti migliori, con una domanda attiva e piena di interesse, che analizza in dettaglio le proprie disponibilità finanziarie, e che è a conoscenza del potenziale degli investimenti immobiliari, anche in caso di alloggio di seconda mano.

Di fronte al timore che questa riattivazione del mercato immobiliare possa causare, come nel passato, un crollo del settore, la maggioranza degli esperti assicura che la miglior consapevolezza e l’analisi della fattibilità dei progetti sono una garanzia a non ripetere più gli errori del passato.

Daniele Dal Maso