La Pattuglia Fiscal de Fronteras PAFIF del Comando di Santa Cruz de Tenerife ha recentemente denunciato due guide turistiche abusive, una donna di 43 anni e un uomo di 57, che senza alcun titolo operavano su autobus al servizio dei turisti.

La Guardia Civil ha in seguito comunicato che la coppia è stata accusata di violazione delle disposizioni del regio decreto 59/1997 del 30 aprile che regola le attività turistiche.

L’episodio si è svolto per la precisione nella zona di Playa de Las Teresitas, quando durante un normale servizio di pattugliamento alcuni agenti, intenti a osservare due guaguas con a bordo dei turisti stranieri, si sono accorti della presenza dell’uomo e della donna.

Avvicinati dalle forze dell’ordine, i due hanno cominciato a mostrare segni di nervosismo alla richiesta di presentare la Tutulación Oficial prevista per le guide turistiche regolari; l’atteggiamento poco collaborativo e piuttosto a disagio ha messo in allarme gli agenti che, dopo le opportune verifiche, hanno potuto constatare che sia l’uomo che la donna stavano esercitando abusivamente la professione di guida turistica, generalmente una figura ufficiale che, per poter organizzare escursioni e assistere i turisti, deve possedere le autorizzazioni previste per legge.

(NdR ai compatrioti che pensano di poter operare senza prendersi la briga di ottenere le prescritte autorizzazioni ricordiamo che non siamo nel Belpaese e qui la Polizia è attenta a far rispettare le regole, e soprattutto se lo fanno gli ospiti stranieri.)

Redazione