Sono almeno 7 i draghi di La Laguna che superano i 150 anni di storia, alberi classificati dal Cabildo come monumentali e di fondamentale importanza per la storia delle specie autoctone dell’isola.

In particolare il Cabildo di Tenerife ha raccolto i dati relativi a questi autentici monumenti naturali sul proprio portale web, in un apposito catalogo che ne rivela luogo, età presunta e notizie curiose al riguardo.

Il parco situato sul retro dell’ex convento di Santo Domingo, che sarà finalmente aperto al pubblico e quindi alle visite turistiche, ospita un drago di circa 250-300 anni, chiamato il Drago del seminario viejo, in riferimento al Seminario Diocesano che una volta era ubicato nel luogo.

Il maestoso albero è alto circa 10 metri e risulta spezzato a metà; i danni provocati dal tempo e dal continuo arrampicarsi dei seminaristi, non ne hanno però compromesso la bellezza e ora, chiuso il Seminario, vive tranquillo all’interno del parco per essere ammirato come uno dei più antichi ancora viventi sull’isola.

Il Drago de la ermita de San Miguel (El Boquerón), si trova invece vicino ad un frutteto nella finca di San Miguel, vicino all’eremo che porta lo stesso nome, nel cuore della Valle de Guerra.

La sua età stimata è di circa 235 anni, come testimoniano le sue numerose ramificazioni, alcune delle quali perse durante una forte tempesta.


Tra i draghi più importanti vi è anche quello di Cho Marcos Ratón, un nome curioso per un albero di circa 8 metri e con un’età di 240 anni; un ramo leggermente inclinato verso ovest ha comportato un’oscillazione generale del drago verso questa direzione.

Il Drago de Las Peras è situato vicino ai due nuclei urbanistici El Drago I e El Drago II, vicino al cammino di Las Peras, plaza del Cristo e il parco di La Vega; l’albero, alto circa 6 metri e di un secolo e mezzo di età, è noto per l’enorme numero di radici aeree che pendono dai suoi rami e che gli conferiscono un aspetto piuttosto curioso.

Il Drago della Finca de San Francisco o del Obispado o ancora de Aledo, è ovviamente situato nella finca omonima, situata sull’omonimo cammino, nella Valle de Guerra.

Stimato centocinquantenne, l’albero presenta una quindicina di ramificazioni e le sue radici ruppero il fondo di una piscina che si trova nelle vicinanze.

Nei pressi del barranco Agua de Dios, sul percorso che conduce a Tejina e più precisamente dietro al vecchio cinema, vive invece il Drago del barranco Agua de Dios, 165 anni di età e caratterizzato da un cappello compatto che volge leggermente a sud; alcune ferite sul suo tronco sono la testimonianza di pratiche inadeguate subite nel corso del tempo.

Infine, al margine sinistro della strada che conduce a Los Campitos, con i suoi 11 metri di altezza, si incontra il Drago di Valle Tabares; di età all’incirca di un secolo e mezzo, affonda le sue profonde radici nel comune e rappresenta, insieme ai precedenti, uno dei maestosi draghi di Tenerife.

Ilaria Vitali