Recentemente l’Arcipelago delle Canarie ha lanciato una nuova piattaforma sul web destinata ai turisti più raffinati ed esigenti, un segmento nuovo nel panorama del turismo che cambia il profilo medio del visitatore in quello del vero viaggiatore, colui che cerca esperienze non convenzionali, luoghi non di massa e contatto con le realtà genuine delle mete prescelte.

Il turista del futuro: il sibarita

Isaac Castellano, ministro del Turismo del Gobierno de Canarias, ha presentato il nuovo sito che promuove di fatto la diversificazione, includendo una nuova mappa delle isole dove sono segnalati siti unici, poco battuti dal turismo dei grandi numeri e in grado di attrarre i viaggiatori più raffinati.

Chi desidera vivere nel profondo la meta di un viaggio, ha bisogno di ricevere informazioni diverse da quelle che normalmente si trovano in rete e che promuovono in generale le bellezze e le attività di una destinazione; il nuovo sito, tradotto in spagnolo, inglese e tedesco, offre audiovisivi e oltre 140 reportage di 14 blogger tra i più noti, i cosiddetti influencer.

Sono quindi descritte esperienze vissute nelle isole attraverso la gastronomia, la cultura, la creatività, l’architettura, lo shopping e realtà inusuali, come possono esserlo una fattoria o un laboratorio di moda.

Castellano, che era accompagnato dal Vice Ministro del Turismo Cristobal de la Rosa e l’amministratore delegato di Promotur María Méndez, ha spiegato durante la cerimonia di presentazione del nuovo sito web che, obiettivo del progetto, è quello di promuovere le molte  e diverse opportunità presenti sull’isola e che esulano da quelle più conosciute e sfruttate, creando così le basi per il turismo del futuro, quello dei raffinati.


Castellano ha poi spiegato che il Gobierno realizza in media 250 azioni di promozione turistica differenziate ogni anno, soprattutto su internet, e ha rivelato che nel complesso le diverse pagine del marchio delle Canarie hanno accumulato oltre 8,5 milioni di visite nel 2017, mentre i video su youtube e Facebook hanno superato i 104 milioni di visualizzazioni.

Come spiega il vice ministro Cristobal de la Rosa, la nuova mappa delle isole, The other Map, si occupa della strategia di diversificazione della clientela che il Ministero sviluppa attraverso Promotur, soprattutto nei mercati di Spagna, Regno Unito e Germania.

De la Rosa ha sottolineato che dopo uno studio qualitativo della segmentazione del turista di sole e spiaggia, è stato individuato un visitatore con un profilo che ne rivela la conoscenza di tutte le isole dell’Arcipelago e il desiderio di andare oltre ciò che normalmente viene proposto; il viaggiatore del futuro, che attualmente rappresenta il 17% del totale dei turisti che hanno visitato le Canarie, è stato così denominato il moderno sibarita.

Il termine, derivante dal greco e dal significato “abitante di Sibari”, antica città che sorgeva nella colonia achea del golfo di Taranto, viene utilizzato per definire persona dai gusti raffinati e che ama circondarsi di comodità e lusso; in questo specifico caso ci si riferisce a un tipo di viaggiatore inconsueto, amante delle rarità, dei luoghi non affollati e incline ad approfondire le proprie conoscenze.

I blogger interpellati, ha affermato l’A.D. di Promotur, hanno avuto in questo senso un ruolo fondamentale della diffusione di località pressoché sconosciute dal turismo di massa e la possibilità per chiunque scopra una peculiarità delle isole di divulgarla direttamente sul web è una delle caratteristiche più interessanti del progetto The other Map.

di Ilaria Vitali