Sarebbe dal Febbraio del 2010 che nell’Arcipelago non si verifica un mese così piovoso e freddo, almeno secondo i dati di Aemet che sottolinea che in alcuni punti sono stati registrati più di 200 litri di acqua per metro quadrato; venti forti da nord e presenza di depressioni isolate con il passaggio di qualche fronte, hanno portato precipitazioni pesanti soprattutto a Aguamansa, Los Lisol, Palo Blanco, Tejeda, Telde e Teror, oltre a vere e proprie tempeste a Gran Canaria e a neve in alta quota.

Il passaggio di un nuovo fronte il 23 di Febbraio ha creato un nuovo arrivo di precipitazioni di forte intensità, talvolta a carattere torrenziale, nelle isole centrali e occidentali, dove si sono registrati 60 litri di acqua per metro quadrato soprattutto a Agüimes e San Bartolomé de Tirajana (Gran Canaria) e una tromba marina di fronte alla costa di Aljeró a La Gomera.

Senza nemmeno il tempo per una tregua, il 25 di Febbraio ha portato nuove piogge torrenziali e un fronte di aria fredda, associato alla burrasca Emma che ha comportato 150 litri di acqua per metro quadrato tra gli 80 e i 2000 metri di altitudine nella zona sud e ovest di Tenerife, oltre che piogge molto forti nelle isole centro orientali.

Insomma, il comportamento termico e metereologico di Febbraio 2018 è stato piuttosto rigido, con freddo o estremamente freddo nella maggior parte del territorio e con temperature al di sotto dei 2 gradi nelle zone centrali, di 1,5 gradi nelle aree costiere e di 3,5 gradi in altura.

Le notti più fredde in assoluto sono state quelle dei giorni 7,8 e 14 con temperature minime sotto ai 14 gradi in buona parte della costa di Tenerife mentre la temperatura rilevata in mare sulla superficie è stata di circa 18,3 gradi, un grado in meno rispetto alla media degli ultimi 17 anni.

Ad eccezione delle stazioni degli aeroporti di Lanzarote e El Hierro, che hanno goduto di un leggero aumento di ore di sole, il resto ha sofferto di un deficit pari al 15% sulle coste, al 40% nelle aree centrali e al 10% in montagna.


Con pioggia e freddo non è potuto mancare anche il vento, che con raffiche molto forti ha bersagliato tutto l’Arcipelago e generato uragani in Agulo e Alto de Igualero a La Gomera, con velocità di 166 km orari, a Cruz de Tejeda, Gran Canaria e nell’aeroporto di La Palma e a Valverde, a El Hierro.

Ora non resta che attendere il sole!