Il Museo de los Cuentos de Los Realejos aprirà in esclusiva le sue porte il 28 di aprile a circa 3.500 scolari, suddivisi in diverse sessioni organizzate nelle mattine dal lunedì al venerdì.

Nuova edizione quindi per il Museo, che da oltre 13 anni ospita migliaia di scolari e famiglie di tutta l’isola, offrendo loro uno scenario di fantasia e sogno con l’obiettivo di risvegliare e approfondire l’interesse verso la lettura fino dalla più tenera età.

Il sindaco Manuel Dominguez che ha visitato nei giorni scorsi il Museo de los Cuentos insieme ai consiglieri di Educazione e Cultura Sandra Pérez e Isabel Socorro, ha sottolineato che la novità di questa tredicesima edizione sarà l’apertura dello spazio culturale anche in orari diversi, come dalle 17.30 alle 19.00 del venerdì e dalle 11.00 alle 12.30 del sabato, al fine di facilitare l’accesso anche alle famiglie degli scolari.

Coordinatore dell’iniziativa nonché narratore delle favole è Juan Carlos Toste, che ha spiegato che le storie raccolte e i personaggi che vi si trovano descritti, rappresentano un efficace strumento di narrazione per i più piccoli, che così scoprono l’importanza dei valori sociali attraverso metafore vestite dalla fantasia.

Isabel Socorro ha ricordato che il Consiglio Comunale, con il suo team di collaboratori, sta lavorando alla prossima edizione di Érase: la Ciudad del Cuento y la Palabra, che si terrà dal 13 al 15 aprile a Realejo Bajo per poi approdare al Museo de los Cuentos, che rappresenta uno dei principali spazi ricreativi con le sue oltre 80 attività programmate.

Sandra Perez ha infine sottolineato come la Ciudad Amiga de la Infancia sia cresciuta a Los Realejos come punto di riferimento delle attività culturali dedicate ai bambini; a tal proposito ha illustrato quindi il progetto di lettura animata che promuove il suo dipartimento unitamente alla federazione di Ampas Godínez in tutti i centri educativi del territorio, sotto la direzione di Colorín Colorado Cuentacuentos, progetto che prevede la realizzazione di 23 corsi per i più piccoli.


Redazione