Il pluricampione italiano Marco de Gasperi a Transvulcania

immagine da montagna express

Marco de Gasperi, il sei volte campione del mondo e attuale campione in carica della Copa del Mundo de Skyrunning Classic, ha annunciato che sarà ai blocchi di partenza alla decima edizione della Transvulcania, dove sarà ovviamente il super favorito.

De Gasperi, nato nel 1977 a Bormio alle pendici delle Alpi, sarà infatti a maggio a La Palma per intraprendere una nuova sfida sportiva, rinunciando al Campionato del Mondo che si terrà a Penyagolosa per cimentarsi nella competizione palmera per lui ancora sconosciuta.

Il campione italiano ha ammesso di aver scoperto Transvulcania nel 2012 durante una riunione con gli atleti dello skyrunning che si è svolta a La Palma, di ritorno da un soggiorno in Russia, e di aver trovato da subito un clima particolarmente accogliente dimostrato dalla folla che lo attendeva già in aeroporto.

De Gasperi, con 20 anni di esperienza alle spalle, è uno degli atleti più rispettati al mondo nel settore della corsa estrema; con un inizio di carriera in giovane età, a 12 anni, il campione ha iniziato proprio dalla montagna a gareggiare, godendo del particolare ambiente naturale che questa è in grado di offrire.

Il suo curriculum è particolarmente degno di nota con i 6 ori mondiali, uno europeo e undici mondiali nel team nazionale, dove è risultato per ben 14 volte il campione indiscusso.

Durante l’anno passato de Gasperi ha vinto la Coppa del Mondo di Skyrunning Classic davanti ad atleti esperti come Aritz Egea, Jan Margarit e Pascal Egli, quest’ultimo secondo al mondo WMRA, così come è salito sul punto più alto del podio nella Limonextreme, prova che vinse anche nel 2012.


Tra i suoi numerosi successi sono degni di nota quelli nella MatterhornUltraks del 2017, nella Giir Di Mont del 2016, nella El Cruce del 2014 e del 2016, e nella Sierre Zinal del 2008, 2011 e 2012.

L’atleta italiano conserva anche un caro ricordo delle sue partecipazioni a Zegama dove ottenne due secondi posti, l’ultimo dei quali nel 2017 quando si rese protagonista di un agguerrito testa a testa con Kilian Jornet.

E ora la nuova sfida, la Transvulcania, per la quale de Gasperi ammette con sincerità la difficoltà della prova unitamente alla sua straordinarietà per la peculiare location, la Isla Bonita.

Non sono mancate le reazioni di soddisfazione da parte di Ascensión Rodriguez, ministro allo Sport del Cabildo di La Palma, circa la partecipazione di uno degli atleti che più si è distinto in questo genere di sport, alla Transvulcania per la quale, sottolinea, sono disponibili ancora pochissimi posti alla vigilia della chiusura delle iscrizioni.

Jessica Gnudi