La ristrutturazione di Casa Tolosa

Foto di Tony Cuadrado

Il Consorzio di Sviluppo Urbano per la ristrutturazione di Puerto de la Cruz, ha recentemente presentato il piano dei lavori necessari al ripristino dell’antico edificio noto come Casa Tolosa o Casona di San Antonio, dal nome del quartiere dove è ubicata.

I lavori, iniziati a gennaio 2018, hanno un budget complessivo di 688.941 euro e si sono inizialmente concentrati sul rafforzamento della struttura dell’edificio, ormai in grave degrado.

Il progetto di ristrutturazione di Casa Tolosa rientra nel piano di riabilitazione delle infrastrutture turistiche di Puerto de la Cruz ed è suddiviso in più fasi operative, come precisato durante la sua presentazione nella conferenza stampa, alla quale hanno preso parte il presidente del Consorzio e del Cabildo di Tenerife Carlos Alonso, il consigliere al Turismo Alberto Bernabé, il consigliere al Patrimonio del Cabildo Josefa Mesa, il sindaco di Puerto Lope Afonso, il direttore del Consorzio di Sviluppo Urbano Fernando Senante e l’architetto Pedro Domínguez Anadón.

E’ stato in particolare quest’ultimo a illustrare ai partecipanti i dettagli del progetto, precisando che i lavori avranno durata di 8 mesi circa e includeranno la realizzazione dell’isolamento della struttura contro l’umidità, oltre che un particolare intervento di carpenteria alla facciata che verrà restaurata secondo i suoi disegni originali.

Casa Tolosa, risalente al XVIII secolo, sarà inoltre dotata di nuovi tetti costruiti con gli stessi sistemi tradizionali utilizzati per quelli originali.

Una volta completata la ristrutturazione totale, Casa Tolosa, di proprietà del comune di Puerto de la Cruz, verrà adibita a centro culturale, seguendo la proposta avanzata dal Dipartimento di Cultura all’interno della strategia Intorno Cultural 2020, che prevede di ospitare le opere dell’artista di Puerto Pedro Garhel.


Carlo Zappata