Nell’ambito bancario o di prestazione di servizi finanziari, il cliente riceve una tutela specifica in materia di controllo dell’incorporazione di clausole generali nei contratti.

La normativa del 2011, sulla trasparenza e protezione del cliente nei servizi bancari, regola alcuni doveri di informazione tanto precontrattuale come contrattuale, a carico delle entità finanziarie.

In particolare si stabilisce l’obbligo delle entità finanziarie di fornire ed in forma gratuita: Informazione chiara, sufficiente e personalizzata, sui prestiti offerti, e si prevede inoltre che i documenti contrattuali di concessione dei prestiti raccolgano di forma esplicita e chiara la commissione ed i costi che si possono generare.

Particolare attenzione viene posta nei prestiti che le entità concedono con garanzia ipotecaria, imponendosi l’obbligazione di fornire tutti i servizi di informazione specificatamente individuati. Bisogna evidenziare che questi obblighi normativi si applicano soltanto al cliente “Persona Fisica/Consumatore” e non anche alle società o alla categoría degli “Autonomi” che svolgono la loro attività in ambito professionale o impresariale, pertanto questi ultimi si trovano chiaramente in una situazione di inferiorità rispetto all’entità finanziaria, considerato che spesso si tratta di piccole ditte individuali o professionisti che dovrebbero ricevere la stessa tutela che si applica alla Persona Física/Consumatore.

E`utile specificare che il controllo d’incorporazione delle condizioni generali si realizza su qualunque tipo di clausola contrattuale, sia per cliente il consumatore finale o impresario.

In accordo con la reiterata giurisprudenza, il controllo di trasparenza o dell’esistenza di clausole vessatorie (abusive) s’individua sia per la normativa Comunitaria che per quella Spagnola, nelle condizioni generali incluse in tutti i contratti.


In attesa comunque di approvazione della nuova legge ipotecaria già abbastanza controversa, è importante verificare di volta in volta ogni singola clausola inserita nel contratto e richiedere sempre l’applicazione della normativa di riferimento sulla trasparenza e protezione del cliente che sollecita il servizio bancario.

Avvocato Civita Masone & Avvocato Nauzet Yanes Segura