Smantellamento di cartelloni pubblicitari sulla TF-5

La Corporación ha recentemente annunciato lo smantellamento di 129 cartelloni pubblicitari, dei quali 54 situati lungo la TF-5; il provvedimento, che arriva dopo la sentenza della Corte Suprema di Giustizia, riguarda infatti in particolare modo la via di collegamento da Santa Cruz de Tenerife a Icod de los Vinos, dove la rimozione risponderebbe a motivazioni inerenti la sicurezza.

Per la società insulare il giudizio favorevole della TSJC è di fondamentale importanza per arrestare la proliferazione massiccia ed indiscriminata di cartelloni pubblicitari sulle strade dell’isola, che minano la sicurezza degli automobilisti.

Il costo stimato dell’ingente operazione di rimozione di basi e strutture sarebbe, secondo il Cabildo, tra i 1.000 agli oltre 4.000 euro, considerando un range che varia a seconda del comportamento dei titolari dei cartelloni che, dopo l’avviso apparso nel BOP, avrebbero un periodo massimo di un mese per ritirare tutti gli impianti in oggetto.

Secondo il Cabildo sarebbero 13 le aziende pubblicitarie coinvolte che, qualora non rispettassero quando disposto con sentenza del TSJC, rischiano procedure sanzionatorie e multe coercitive.

In caso di inadempienza infatti il Cabildo provvederà a proprie spese alla rimozione dei cartelloni, avvalendosi di recuperare in seguito e in forma ingiuntiva quanto sborsato; in ogni caso, viene precisato, il ritiro volontario degli impianti non darà diritto ad alcun risarcimento.

dalla Redazione