Lo Stato sovvenziona i viaggi aerei dei residenti dell’Arcipelago

Lo Stato sovvenziona i viaggi aerei dei residenti alle Canarie, destinando più di 200 milioni di euro per migliorare i voli tra le isole e i collegamenti tra queste e la penisola.

I costi che lo Stato si è accollato per ridurre le tariffe dei biglietti aerei ai cittadini canari sono stati pari a 211 milioni di euro solo nel 2017, stando ai dati ufficiali forniti dal Ministero dello Sviluppo.

La cifra in particolare è superiore di circa 6 milioni di euro rispetto a quella del 2016 ed è giustificata dal forte aumento delle sovvenzioni per i voli all’interno dello stesso Arcipelago; i bonus, viene precisato, sono volti a compensare gli svantaggi comparativi che i residenti canari sopportano in termini di trasporto durante i viaggi extra peninsulari.

Secondo i dati di Development, nel 2017 lo Stato si è fatto carico di un totale di 116,29 milioni di euro per gli sconti sui voli tra le isole per i residenti, di 61,84 milioni per quelli sui voli tra Canarie e Madrid, di 17,65 milioni per i voli tra Canarie e Barcellona, di 9.99 milioni per i collegamenti aerei tra Canarie e Siviglia e di 3,53 milioni per quelli tra Canarie e Santiago de Compostela.

Sempre nel 2017 lo sconto medio per i biglietti aerei dei voli tra Canarie e penisola è stato tra i 45 e i 50 euro, mentre per quelli tra isole dell’Arcipelago è stato di 39 euro.

Redazione