La popolazione dell’Arcipelago supera i 2,1 milioni di individui

Boom demografico alle Canarie dove, stando ai dati riferiti al primo gennaio 2018, la popolazione ha superato i 2,1 milioni di individui, dei quali 259.791 di origine straniera, il 5,3% in più rispetto all’anno precedente.

L’aumento della popolazione delle Canarie dello 0,9% ovvero di 18.658 persone, ha reso le isole la terza comunità spagnola con più rapida crescita dopo Madrid (aumento di 68.825 persone) e la Catalogna (40.301 persone in più).

In Spagna il numero totale delle persone iscritte al Padrón Continuo è di 46.698.569 abitanti, il che presuppone un aumento dello 0,3% rispetto al 2017 con 126.437 persone in più; questo rappresenta il primo vero importante incremento che è stato prodotto nel paese in termini di popolazione.

Nel 2017 il numero netto degli spagnoli è diminuito dello 0,05%, ovvero di 20.174 persone, e di contro il numero degli stranieri è aumentato del 3,2%, pari a 146.611 persone, delle quali la maggior parte è proveniente da paesi extra Ue e una minima percentuale da paesi dell’Unione Europea.

L’Istituto di Statistica ricorda che dal 1998 fino al 2012 la popolazione spagnola è sempre stata in aumento, poi è cominciata a diminuire mantenendo questa tendenza fino al 2016; dal 2000 in poi l’incremento è stato dovuto principalmente alla registrazione degli stranieri, il cui numero è passato da 923.879 a 5.751.487 (dati del primo gennaio 2011).

Dal 2011 in poi il numero di stranieri ha cominciato a diminuire, arrivando a picchi significativi di calo nel 2013.


La tendenza è stata mantenuta negli anni seguenti, fino al 2017 in cui il numero delle persone straniere è cresciuto di nuovo.

Al momento attuale la popolazione straniera regolarmente registrata in Spagna rappresenta il 10,1% della popolazione totale (46.698.569 abitanti dei quali 4.719.418 stranieri).

Franco Leonardi