El Mojón e i suoi due grandi parchi

El Mojón possiede 53mila metri quadrati di spazio pubblico che già costituiscono la Junta de Conpensación all’entrata di Los Cristianos, situati nella zona centrale dell’urbanizzazione e dove sono previsti importanti azioni che porteranno alla nascita di due grandi parchi dotati di palmeti, fontane, laghetti e aree sportive.

El Mojón, il più importante nodo strategico di tutto l’Arcipelago, dopo più di 20 anni di grovigli burocratici, dispute legali e rischio di abbandono per la crisi economica, finalmente sarà oggetto di una pioggia di investimenti multimilionari che consentiranno la nascita di numerose attività commerciali e turistiche.

In aggiunta infatti ai potenti investimenti privati già pubblicizzati e che riguardano da 8 a 10 alberghi di 4 e 5 stelle, una città giardino vicino all’autostrada e una grande area commerciale le cui licenze saranno disponibili a partire da questa estate, a El Mojón una percentuale di terra sarà utilizzata per uso pubblico, così come previsto dalla legge e gestito dalla Junta de Compensación.

In particolare verranno realizzati due grandi parchi che superano i 53mila metri quadrati di terreno situati nell’area centrale dello sviluppo e sono stati progettati in modo consensuale tra i tecnici della Junta de Compensación e quelli del Comune di Arona.

Entrambi hanno convenuto che, data la posizione strategica di questi spazi nell’accesso della più importante area turistica di Tenerife, essi debbano essere dotati di standard qualitativi e funzionali d’eccellenza.

Oltre ai due parchi, la zona centrale di El Mojón sarà caratterizzata da diversi centri sportivi di proprietà comunale, strutture sociali, commerciali e culturali, nonché da due appezzamenti di proprietà privata da destinare a uso ricreativo, sociale e commerciale che, nell’isieme, formeranno un grande centro di svago e divertimento per la regione meridionale dell’isola.


Entrambi gli spazi pubblici saranno accessibili in tutti i loro percorsi e avranno campi da gioco per bambini fino ai 12 anni, aree per la ginnastica, attrezzate con moduli particolari per gli anziani, aree per lo sport all’aria aperta come pattinaggio e ciclismo, aree di servizio per la manutenzione e lo stoccaggio e una piccola zona per lo svolgimento di eventi.

Un’abbondante vegetazione costituita da specie diverse completerà l’area di El Mojón, offrendo zone ombreggiate, specchi d’acqua, fontane e una illuminazione che coprirà tutto il comparto, evitando così zone buie.

Il progetto complementare dell’urbanizzazione di El Mojón contemplerà la dotazione di uno speciale sistema di drenaggio per prevenire danni in caso di piogge torrenziali; sfruttando la naturale differenza di altezze dell’area, i parchi saranno progettati con pareti di pietra basaltica che consentiranno di creare apposite rampe che soddisfino i requisiti di accessibilità.

Accanto ai muri di contenimento delle irregolarità, saranno inclusi grandi parterre di aree verdi, queste ultime utilizzate in generale per creare barriere visive e fisiche di separazione dalle vie ad alto traffico.

Il budget delle opere, già incluso nell’IGIC, è pari a 3.656.865 euro e il tempo di esecuzione del progetto è di 12 mesi, in modo che i cittadini possano godere dei due nuovi parchi del Sud già all’inizio del prossimo anno.

Diversi sono i promotori che si sono rivolti all’Ayuntamiento di Arona per tenere incontri tecnici al fine del rilascio delle licenze per le nuove attività che nasceranno.