Arona inizia il risanamento dell’ambiente della Casa del Coronel per garantire salute, armonia e sicurezza.

L’autorizzazione concessa al Comune di Arona dalla Direzione Provinciale Costiera, una volta completato un lungo periodo di procedure amministrative, ha permesso l’avvio dei lavori di pulizia e di recinzione per ripristinare le condizioni di salute del lotto, azioni consistenti nell’adattamento delle aree verdi, pulizia dell’ambiente, gestione dei rifiuti, recinzioni e paesaggistica e l’integrazione di questa zona a Los Cristianos.

La Casa del Coronel, conosciuta come Casa de los Peña, a Los Cristianos, era diventata negli ultimi anni uno dei principali luoghi di insalubrità e insicurezza, generando denunce e denunce da parte dei residenti e degli imprenditori, in considerazione del deterioramento della situazione sia della proprietà e dei suoi dintorni immediati.

 

Dopo aver ottenuto l’autorizzazione amministrativa da parte della Direzione Provinciale Costiera, in quanto l’appezzamento si trova nel settore marittimo-terrestre pubblico la cui giurisdizione è di competenza dello Stato, come previsto dal diritto costiero stesso, la città di Arona, attraverso l’area Ambiente, ha iniziato questa settimana i lavori necessari per garantire le corrette condizioni di pulizia, igiene e servizi igienici in questo punto di Los Cristianos, situato tra il viale Juan Alfonso Batista e il mare.

 


 

 

Il Comune di Arona, in esecuzione dei poteri comunali ad esso conferiti dalla citata Legge Costiera, ha iniziato ad effettuare una pulizia dell’ambiente, garantendo la sicurezza degli operatori e degli stessi utenti della spiaggia, l’estrazione dei rifiuti esistenti, seguita dall’abbattimento delle palme e di altre specie arbustive dopo lo studio sanitario, la potatura, il condizionamento del terreno e l’integrazione degli spazi sulla spiaggia, oltre a procedere con una recinzione dell’edificio.

L’integrazione paesaggistica di questo lotto nella spiaggia di Los Cristianos, dopo la sua preparazione, culminerà con un recinto dell’edificio, come supporto espositivo, che comprenderà rappresentazioni grafiche di momenti nella storia della città e dei suoi abitanti, gli spazi naturali protetti del comune, ed emblematiche specie terrestri e marine di Arona.   

Mena: “L’obiettivo finale è recuperare questo spazio per l’uso pubblico”.