Duemila apparecchi LED contribuiranno a ridurre i consumi del 60%

Il Consiglio comunale di Puerto de la Cruz sottolinea che il nuovo contratto di servizi energetici contribuisce a ridurre i consumi e l’inquinamento.

Cinque mesi del contratto di servizi energetici recentemente approvato a Puerto de la Cruz hanno già permesso la sostituzione di oltre 2.000 apparecchi di illuminazione obsoleti con l’ultima generazione di LED.

Secondo il governo locale (PP-CC), questo miglioramento farà risparmiare fino al 60% di energia rispetto al sistema esistente, cosa che riduce radicalmente l’impronta di CO2 del comune.

In questa prima fase del contratto, oltre ad aver iniziato con il miglioramento della sicurezza in tutta la rete di illuminazione malconcia degli spazi pubblici, saranno realizzati altri 1.400 punti in cui verranno installati apparecchi LED con caratteristiche diverse da quelle già installate, oltre all’adattamento dei dimmer negli altri punti luce non soggetti a sostituzione.

Per il sindaco del Puerto, Lope Afonso (PP), le nuove luci già installate danno “un aspetto uniforme al comune e rappresentano un sostanziale miglioramento dello spazio pubblico della città, consolidando al tempo stesso il nostro impegno per la sostenibilità dei servizi pubblici”.

Il responsabile del settore Servizi Generali, Lavori e Industria, Ángel Montañés (PP), ha sottolineato alcuni degli importanti obiettivi raggiunti, come “la riduzione delle emissioni di CO2, la riduzione dei costi e un servizio di manutenzione efficace”.


Ma in più, “saremo il primo comune delle Isole Canarie in cui tutti gli apparecchi d’illuminazione degli spazi pubblici saranno conformi alla famosa Legge sul Cielo”.

Redazione