Gran Canaria, nel 2027 potrà offrire 20 milioni di pernottamenti in hotel

Secondo le previsioni del Cabildo di Gran Canaria, l’isola, nel 2027, sarà in grado di offrire un totale di 20 milioni di pernottamenti in hotel e 18 milioni in appartamenti, vale a dire un totale complessivo di 38 milioni di pernottamenti.

Queste cifre, precisa il Cabildo, non comprendono operazioni per la vendita di camere residenziali attraverso le piattaforme come Airbnb o Ryanair Room, così come non è stata considerata l’applicazione della Ley del Suelo approvata dalla Coalición Canaria e dal Partido Popular al fine di liberalizzare la costruzione di nuove strutture.

Gran Canaria, che attualmente si trova impantanata in una crisi di garanzie giuridiche provocata dal conflitto tra operatori alberghieri per il controllo di terreni come Maspalomas, ha venduto nel 2018 16,7 milioni di notti in hotel e 18 milioni di notti in appartamenti, per un totale di 34,9 milioni di pernottamenti e relativi a una popolazione di 95.740 persone.

Le previsioni sul futuro proseguono poi con il dato relativo al 2023, anno in cui, secondo le proiezioni, a Gran Canaria saranno vendute 100.000 notti in un solo giorno.

L’occupazione media delle strutture ricettive nel 2027 sarà quindi del 71,4%, quello delle camere in appartamento, pari a 99.485, sarà inferiore al 50%, e il numero di turisti giornalieri che sarà sull’isola per trascorrervi un periodo sarà pari a 121.183 persone.

Redazione