Riparazione della rete fognaria di Punta Brava

I nuovi tubi conduttori sono stati installati in Playa Chica e calle Victor Machado.

La società di gestione del Servizio idrico comunale, Aqualia, ha riparato diversi tratti della rete fognaria danneggiata nel popolare quartiere portuale di Punta Brava.

In particolare nella zona conosciuta come Playa Chica e Victor Machado.

In questo modo, sia il concessionario che il Comune di Puerto de La Cruz stanno soddisfacendo una domanda locale che si conclude grazie alla sistemazione della rete fognaria che corre all’aperto lungo la costa.

I lavori consistevano nella riparazione di due sezioni del collettore delle acque reflue, che trasporta le acque fognarie degli scarichi delle abitazioni e delle imprese fino alla stazione di pompaggio, che in un secondo momento le conduce alla centrale di depurazione.

Due delle sezioni riparate si trovano a Playa Chica, mentre le altre due sono sul lato di calle Victor Machado.


La società di gestione del Servizio idrico comunale ha effettuato l’accordo che ci vorranno 2 giorni per la  prima esecuzione di Playa Chica e 3 giorni per la seconda di Calle Victor Machado.

Ogni sezione riparata è lunga 6 metri ed è stata sostituita da un nuovo tubo in ghisa, un materiale più resistente e durevole del precedente.

Inoltre, sono stati risistemati i pozzetti in entrambe le località, creandone uno nuovo aggiuntivo in Calle Victor Machado, e sono stati ricostruiti i diversi pilastri che sostengono il collettore lungo la costa.

Si constata con soddisfazione che la necessaria manutenzione della rete fognaria del comune è effettuata dal concessionario conformemente al contratto, il che si traduce in un buon servizio che va a vantaggio del benessere dei cittadini.

La riparazione è stata un po’ difficile a causa della posizione del tubo, che si trova in un luogo ripido e alto.

Inoltre, è stato essenziale per Aqualia evitare qualsiasi tipo di scarico di acque reflue durante il periodo di riparazione, e questo è stato ottenuto grazie a un bypass e all’aspirazione delle acque fognarie con camion di scarico durante tutto il processo dei lavori di restauro e sostituzione, fino a quando il collettore riparato non è stato rimesso in servizio.

dalla Redazione