Giù le mani dalle Grotte

Le Grotte di Ajuy, una formazione naturale sulla riva del mare formata dall’erosione e dalle colate di lava, sono state una popolare attrazione per anni e sono visitate regolarmente da comitive di turisti, così come da singoli escursionisti. Dalla metà di giugno, tuttavia, tra la rabbia di molti, i visitatori sono stati costretti a pagare un biglietto d’ingresso di 7 euro ad una società privata, che dice di essere proprietaria del terreno su cui si trovano. I primi giorni di questa nuova iniziativa hanno visto molte comitive girarsi e tornare indietro, senza pagare per la visita. Incurante che una serie di istituzioni, come il Cabildo e il Dipartimento Spagnolo delle Coste, abbiano avvertito che il biglietto è illegale, l’azienda ha continuato ad imporlo. Questi fatti hanno spinto quasi 200 residenti locali a mettersi in azione, tra i quali anche Flora de León, una arzilla signora di 80 anni, che si è unita agli altri manifestanti in una marcia pacifica nelle grotte, passando dritti oltre l’improvvisata “biglietteria” del sito senza pagare.