Gobierno: qualcuno sta rilasciando serpenti sulle isole

Il fenomeno del ritrovamento di numerosi serpenti sulle isole non è una novità ma negli ultimi tempi pare abbia subito un incremento, tanto che i tecnici del Gobierno, che coordinano un particolare programma di eradicazione di specie di colubridi non autoctoni, hanno cominciato a parlare di una diffusione volontaria e non casuale.

Insomma, qualcuno sarebbe direttamente responsabile della diffusione di serpenti in diverse parti dell’Arcipelago, con particolare riguardo all’isola di Gran Canaria.

Miguel Angel Cabrera, tecnico del dipartimento di Biodiversità dell’ambiente dell’area di Medio Ambiente e Seguridad dell’Esecutivo regionale, avverte che la scoperta di serpenti in zone insolite come Guiniguada, nella capitale, o nei pressi di Fataga, a San Bartolomé de Tirajana, potrebbe essere stato provocato da azioni volontarie di malintenzionati.

L’allarme innescato a La Gavia, città situata in prossimità della zona in cui è apparso il primo insediamento del Lampropeltis getula californiae, ha riportato alla cronaca i dati relativi alle catture registrate nel corso degli anni, che evidenziano che dall’inizio dell’anno fino al 5 luglio del 2018 sono stati catturati ben 674 esemplari, rispetto alle 694 dell’analogo periodo del 2017, e il fatto che vi sia stato un lieve calo non è nota sufficiente a tranquillizzare la popolazione.

A differenza poi del 2017, quest’anno i ritrovamenti sono avvenuti in aree inusuali e, in alcuni casi, in zone di insediamento urbano, con conseguente aumento di allerta tra i residenti.

A dispetto dei numeri davvero significativi, gli esperti ancora non parlano di infestazione, nonostante dal 2011 al 2018 il totale dei serpenti catturati sia stato di 5.600 esemplari.


Cabrera, che sottolinea che il programma di eradicazione ha compiuto i 10 anni di età, avverte che sarà piuttosto improbabile una totale eliminazione dei rettili dalle isole e invita tutta la popolazione a segnalare la presenza di serpenti vivi o morti chiamando il 112 o contattando direttamente il 608-098-296 per poter parlare con un operatore esperto.

Franco Leonardi

(NdR io non credo affatto che qualcuno stia mollando serpenti in giro.

In Italia ogni tanto escono articoli simili, soprattutto in estate, perché bisogna sporcare le pagine!

Però se i numeri sono reali… sono decisamente interessanti)