Il Barranco dell’Inferno si riaprirà ufficialmente per fine anno

L’incanto e la bellezza del Barranco dell’Inferno si potranno ammirare di nuovo entro fine anno, dopo circa quattro anni di chiusura ufficiale, causata dalla morte di un turista per distacco di un masso.

Questo barranco era la seconda attrazione dell’isola dopo il parco Nazionale del Teide.

Si sta preparando una regolamentazione dei comportamenti per i visitatori, tra le quali verrà introdotto il limite di 200 visitatori al giorno. Si prepareranno percorsi guidati che saranno messi in sicurezza, e si eviteranno gli accessi individuali. Si dovrebbe cominciare a vedere la luce burocratica-amministrativa affinché il Barranco dell’Inferno non sia più un percorso clandestino come è successo in questi ultimi 4 anni. Soprattutto perché non c’è mai stato un accordo fra il Comune di Adeje (dove è localizzato il luogo) e il Governo di Canaria sulle responsabilità penali, civili ed economiche relative al sito. Adesso, con l’accordo nuovo approvato, bisognerà sistemare il sentiero che in questi anni di abbandono si è ulteriormente deteriorato e quindi è diventato ancora più pericoloso in certi punti.